Oracle amplia la sua offerta per l’Internet of Things con quattro nuove soluzioni Cloud che aiutano le aziende a sfruttare pienamente i vantaggi della digitalizzazione nella supply chain. Queste soluzioni permettono di individuare i dati provenienti dagli elementi connessi alla rete, analizzarli e reagire – incorporando le informazioni così ottenute nella propria azione verso il mercato. Le aziende che hanno gli strumenti per integrare questi dati in processi di business e applicazioni possono ottenere strumenti predittivi e agire in modo più efficace.
Queste nuove applicazioni Cloud si integrano con Oracle Supply Chain Management (SCM) Cloud Applications e includono i seguenti prodotti:

  • IoT Asset Monitoring Cloud: per il monitoraggio degli asset, del loro utilizzo e disponibilità; per il monitoraggio dei dati da sensori connessi; per la creazione di scenari in backend su SCM, ERP o Service Cloud per automatizzare i flussi di lavoro;
  • IoT Connected Worker Cloud: per il tracciamento dei dipendenti a supporto di sicurezza, servizi e iniziative di compliance normativa;
  • IoT Fleet Monitoring Cloud: per il monitoraggio della posizione e del percorso di passeggeri, servizio, veicoli di consegna, comportamento del guidatore;
  • IoT Production Monitoring Cloud: per il monitoraggio delle apparecchiature di produzione per individuare e prevedere eventuali problemi produttivi.

Queste applicazioni IoT Cloud si basano su Oracle IoT Cloud e Oracle Big Data Cloud. Si integrano con Oracle SCM Cloud e Oracle Service Cloud, ma anche con i software on-premise, per ottenere visibilità operativa e facilitare un miglior servizio al cliente e aumentare la reattività.