Si chiama Snowflake Connector ed è un connettore nativo creato per la piattaforma di integrazione Talend. Frutto della collaborazione con Snowflake Computing, il nuovo connettore permette alle aziende di spostare con facilità i dati legacy on premise in un data warehouse creato per il Cloud. Le due aziende hanno collaborato anche a programmi di marketing e go-to-market congiunti per educare le aziende su come sfruttare il Cloud per trasformare in modo rapido e conveniente i dati in informazioni approfondite e affidabili in tempo reale.

“Snowflake, che opera su Amazon Web Services, mette a disposizione un data warehouse creato per il Cloud, progettato per garantire prestazioni, semplicità e concorrenza, caratteristiche fondamentali per una moderna analisi dei dati”, ha affermato il vice presidente di Snowflake, Walter Aldana. “Grazie alla collaborazione con Talend, punto di riferimento nell’integrazione di Big Data e Cloud, possiamo aiutare le aziende a caricare in modo efficiente enormi volumi di dati all’interno di Snowflake per risolvere le problematiche legate all’analisi e alimentare le applicazioni di business intelligence e analytics”.

Mike Pickett, vice presidente business development ed ecosystem dei partner di Talend, ha sottolineato che, in questo modo, “le modifiche apportate a fonti, formati e volumi di dati vengono incorporate con facilità e senza complicazioni.”

La collaborazione con Snowflake contribuirà a snellire distribuzione e configurazione, riducendo i colli di bottiglia, permettendo ai responsabili IT di concentrarsi sul fornire all’azienda informazioni dettagliate e approfondite basate sui dati piuttosto che doversi occupare della gestione dell’infrastruttura.