L’IoT è considerata dalle aziende medio-grandi la tecnologia di riferimento per la trasformazione digitale. Secondo una ricerca globale realizzata da Inmarsat, il 92% delle organizzazioni con più di mille dipendenti la considera la priorità per eccellenza.

Nella direzione della digital transformation, anche machine learning (38%), robotica (35%) e stampa 3D (31%) sono considerate tecnologie chiave.

L’indagine “The Future of IoT in Enterprise 2017” ha coinvolto 500 manager impegnati in ambiti molto differenti tra loro, dall’agritech alla produzione di energia, dai trasporti ai settori minerari.

Tre vantaggi

Quasi tutti gli intervistati – il 97% – sta sperimentando (o prevede di sperimentare a breve) significativi benefici dall’impiego di tecnologie IoT.

Un miglioramento nella fornitura dei servizi (47%) e dei livelli di safety all’interno dell’organizzazione (46%), nonché una maggiore produttività della forza lavoro (45%), sono i tre vantaggi principali esperiti dall’installazione di soluzioni IoT.

Dove migliorare

Al tempo stesso, sicurezza, competenze e connettività sono considerate sfide aperte. Quasi il 47% degli intervistati ritiene che la propria azienda sarà costretta a ripensare il proprio approccio alla data security e dovrà effettuare significativi investimenti per garantire la sicurezza IoT.

La mancanza di competenze adeguate nell’implementazione di soluzioni IoT è indicata dal 45% del campione. Infine, il 29% paventa che le problematiche legate alla connettività possano inficiare le implementazioni IoT fin dal principio.