Secondo l’ultima Technology and Service Vision di Fujitsu, la caratteristica della futura forza lavoro digitale sarà la sua capacità di sfruttare le tecnologie basate sull’intelligenza artificiale.

Le capacità analitiche dell’IA e la creatività delle persone saranno sempre più complementari: Big Data e robot autonomi sostituiranno i compiti più ripetitivi e semplici, lasciando alle persone la possibilità di riscoprire valori come la creatività e l’empatia e aiutandole a prendere decisioni migliori. Dall’unione delle competenze di business con le tecnologie digitali nasce la Digital Co-creation.

Uno scenario già reale

Questo sta già avvenendo: Fujitsu e la Innovation Unit dell’Ospedale Clinico San Carlos di Madrid, in Spagna, hanno sviluppato insieme una soluzione di intelligenza artificiale chiamata HIKARI (“luce” in giapponese), una suite avanzata di micro-servizi che consente ai medici di accedere ad informazioni e di eseguire analisi usando molteplici fonti di dati sulla salute del paziente, per prendere decisioni senza dover consultare enormi quantità di documenti.

“È fondamentale mettere le persone al centro di tutto quello che facciamo. Il potere analitico dell’AI e la creatività delle persone sono complementari,” ha dichiarato Bruno Sirletti, Presidente e Amministratore Delgato di Fujitsu Italia. “Fujitsu sta sviluppando la tecnologia AI per supportare le persone e promuovere vantaggi positivi e di grande portata in tutta la società”.