ThingWorx Studio di PTC offrirà nuove interazioni di realtà aumentata altamente immersive al settore manifatturiero.

Supportato da Vuforia, la soluzione migliora ulteriormente la capacità di collegare contenuti digitali a oggetti e superfici di uso quotidiano e garantisce il supporto per ARKit di Apple e ARCore di Google.

Posizionamenti più precisi

I Model Target, disponibili nell’imminente release di Vuforia e supportati da ThingWorx Studio, renderanno possibile il riconoscimento e il monitoraggio di oggetti sulla base della forma di modelli 3D pre-esistenti, senza la necessità di un contrassegno.

Questo riconoscimento degli oggetti ad alta fedeltà consente un posizionamento più preciso, così che il contenuto 3D possa essere allineato con maggior precisione qualora le istruzioni passo-passo e i dati del prodotto fossero sovrapposti al prodotto fisico.

Ideale per l’industria

Grazie al supporto di Vuforia 7, ThingWorx Studio potrà utilizzare Vuforia Ground Plane, una nuova funzionalità di posizionamento dei contenuti a livello del suolo, del pavimento o di ripiano.

Dato che Ground Plane è in grado di sfruttare ARKit e ARCore tramite una tecnologia nota come Vuforia Fusion, ThingWorx Studio permette agli utenti di creare esperienze di realtà aumentata affidabili in una vasta gamma di ambienti industriali.

Ground Plane rappresenta una soluzione importante per i casi d’uso industriali che non richiedono un prodotto fisico, come l’analisi di un design virtuale o uno strumento di virtualizzazione dedicato al marketing e alle vendite.

Per team di lavoro

ThingWorx Studio e l’applicazione di visualizzazione ThingWorx View (che assicura esperienze 3D dedicate a smartphone, tablet e dispositivi indossabili) andranno a incorporare funzionalità di presenza da remoto.

Il risultato è un’esperienza di comunicazione innovativa, resa possibile dall’applicazione Vuforia Chalk, che consente alle persone che si trovano in luoghi diversi di condividere una visualizzazione in tempo reale dello stesso ambiente e di scrivere semplici note che appaiono applicate a superfici e oggetti dell’ambiente, come fossero direttamente apposte su di essi.

Queste funzionalità saranno disponibili in ThingWorx View entro la fine dell’anno.