Il digitale come chiave per rendersi più competitivi nell’ecosistema retail. Questo quanto emerso dalla ricerca “Digital difference in retail” di Microsoft e Retail Institute.

Secondo lo studio, presentato da Daniele Tirelli, presidente di Retail Institute, l’82% dei retailer italiani ha già in corso progetti di trasformazione digitale. Il 47% ha iniziato il percorso tra i 2-5 anni fa, il 13% lo ha iniziato lo scorso anno, il 22% è “Cloud-born”, il 9% lo sta pianificando mentre un altro 9% non può permetterselo.

Nel prossimo anno, gli investimenti in questo senso riguarderanno principalmente gli strumenti di business intelligence (55%), Cloud computing (41%), Internet of Things (21%), e suscitano interesse anche machine learning e artificial intelligence (14%), in un’ottica di impresa sempre più 4.0.

Il digitale rappresenta infatti una notevole fonte di spinta per quanto riguarda tanto la produttività quanto la customer experience; non a caso, infatti, in un’azienda su cinque è stata creata la figura del chief digital officer.