Gefran punta sulle persone. Lo dimostra ancora una volta con il lancio di Fly, la Talent Academy per l’Industria 4.0, dedicata allo sviluppo professionale dei neolaureati.

Si tratta della nuova tappa del percorso intrapreso dal Gruppo per valorizzare le attitudini individuali, sviluppare le competenze e costruire percorsi di crescita coerenti con i valori e le strategie aziendali.

“Le persone rappresentano da sempre il nostro capitale più importante” ha dichiarato Alberto Bartoli, amministratore delegato di Gefran. “Con la Talent Academy abbiamo definito una strategia ed un metodo per la gestione del talento facendone uno dei pilastri per costruire i successi di domani”.

Alberto Bartoli, amministratore delegato di Gefran

La metodologia di FLY prevede l’utilizzo di un insieme di strumenti da comporre, dopo
un’assessment iniziale, per disegnare percorsi formativi specifici.

Tra le attività che Gefran organizza attraverso la propria Talent Academy ci sono formazione interfunzionale (tecnico-commerciale, operations, economico-finanziaria, branding, self and people management); reverse mentoring (affiancamento di un profilo senior per acquisire conoscenze ed esperienze con la possibilità, per il neolaureato, di mettere a disposizione del mentore le proprie competenze in una logica di scambio e reciproca crescita); training on the job attraverso il modello STAR (Situation, Task, Action, Result) orientato a fornire gli strumenti per valutare le situazioni aziendali, decidere le azioni da intraprendere (anche in situazioni di pressione o difficoltà) e analizzarne i risultati; esperienza all’estero, resa possibile dalla presenza internazionale del Gruppo.