Le nuove tecnologie spesso provocano il rischio di generare forte discontinuità nel fabbisogno di competenze.

Un punto di vista condiviso da ASAP, realtà di riferimento del panorama nazionale e uno dei principali a livello europeo in materia di service management.

Tutto ciò rappresenta sicuramente un limite importante per lo sviluppo della competitività delle imprese.

D’altra parte, ricorda SAP, nei prossimi anni la mole dei dati raccolti crescerà in maniera esponenziale: serviranno potenti e avanzati datacenter per analizzarli e per trarre informazione utili per migliorare le migliori strategie.

L’innovazione all’opera

Ecco perché l’innovazione è un treno da non perdere, come mostrano numerosi esempi. Goglio Group ha sviluppato con successo un modello pay-per-x.

A sua volta Candy si è concentrata sulle numerose opportunità che derivano dalla connessione dei prodotti mediante l’utilizzo delle più moderne tecnologie dell’Internet of Things.

Anche i fornitori di software sono protagonisti in questo scenario. Infracom guarda con attenzione all’importanza dei dati raccolti e soprattutto alla loro organizzazione.

Altevie Technologies e Ocme mostrano l’efficacia dell’utilizzo degli smart glasses per supportare l’operatore nella gestione della macchina.

Un altro esempio di digital servitization è quello di Techedge, con il caso di un’azienda che ha introdotto un modello di business legato al pay-per-performance.

Infine, grazie a Regesta, diventano evidenti i vantaggi della connessione con il cloud per il monitoraggio in real time della base installata presso il cliente.

Caccia alle nuove competenze

Sul tema delle competenze ASAP ha effettuato una ricerca analizzando 12 importanti realtà operanti nei settori delle macchine utensili e macchinari per la produzione, dei sistemi per la stampa digitale, delle macchine movimento terra e degli elettrodomestici.

Sono stati coinvolti esponenti della direzione aziendale, risorse umane e service manager.

Il risultato di questa ricerca è stato lo sviluppo di un framework relativo alle nuove competenze per la digital servitizaton.

Tali competenze sono riconducibili in particolare a quattro gruppi: competenze per data analysis and management, digital content creation, soft skills e innovative appetite.