Indipendentemente dal fatto che decidano di orientarsi verso singole soluzioni o di intraprendere una trasformazione digitale completa, la maggior parte delle aziende necessita di supporto per pianificare, implementare e mantenere le nuove soluzioni o di aiuto per poter trarre il massimo vantaggio dalla digitalizzazione.

Per rispondere ai bisogni in termini di infrastrutture di informazione e di sicurezza, Rockwell Automation mette a disposizione delle organizzazioni la propria offerta Connected Services e continua ad ampliarne il portafoglio.

L’offerta Connected Services è molto ampia e comprende servizi quali la valutazione dell’infrastruttura di rete industriale esistente, la progettazione, l’implementazione ed il supporto e monitoraggio remoti di sistemi di rete integrati.

La fornitura di apparati pre-ingnegerizzati come servizio (Infrastructure-as-a-Service – IaaS) per un periodo di cinque anni è un’opzione sempre più attrattiva ed include il monitoraggio da remoto degli asset per la manutenzione predittiva, il rilevamento e risoluzione di minacce di cybersecurity, la formazione e la consulenza.

L’obiettivo è di aiutare le aziende ad accedere ed utilizzare i dati di produzione per migliorare l’utilizzo delle risorse e la produttività, riducendo al contempo i rischi e il time-to-market.

Secondo ARC Advisory Group, ad esempio, nella produzione industriale il costo dei fermo macchina non pianificati supera i 20 miliardi di dollari US. Impiegando i metodi di rilevamento, diagnosi e risoluzione tradizionali, circa il 76% dei fermi si verifica prima che qualsiasi azione correttiva venga intrapresa.

I Connected Services possono aiutare gli utenti ad individuare e risolvere rapidamente i problemi, riducendo fino al 30% i tempi di fermo.