La Camera di commercio di Biella e Vercelli ha approvato il progetto “Punto Impresa
Digitale” (PID), per favorire la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle
micro, piccole e medie imprese di tutti i settori (MPMI).

Da qui l’iniziativa “Bando voucher digitali I4.0 – Anno 2017” per promuovere l’utilizzo, da parte delle MPMI del territorio, di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze e tecnologie digitali in attuazione della strategia definita nel Piano Nazionale Impresa 4.0.

Tramite l’utilizzo di contributi a fondo perduto, il bando intende finanziare servizi di formazione e consulenza finalizzati all’introduzione delle nuove tecnologie.

Le tecnologie interessate

Gli ambiti tecnologici riguardano manifattura avanzata e additiva, realtà aumentata e virtuale, simulazione, integrazione verticale e orizzontale, Industrial Internet e IoT, Cloud, cybersicurezza e business continuity, Big data e analytics.

I costi ammissibili riguardo alla sola consulenza comprendono invece i sistemi di e-commerce, di pagamento mobile e via Internet, EDI ovvero Electronic data interchange, la geolocalizzazione, i sistemi informativi e gestionali (ad esempio ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.), le tecnologie per l’in-store customer experience, RFID, barcode, sistemi di tracking e system integration applicata all’automazione dei processi.

Le risorse a disposizione

Le risorse complessivamente stanziate a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a 70.000 euro, interamente a carico della Camera di commercio.

I voucher avranno un importo massimo di 2.500 euro, ossia il 50% dei costi ammissibili sostenuti per formazione e servizi di consulenza in materia di innovazione.

L’investimento minimo richiesto è di 2 mila euro; le richieste di voucher devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica entro le 21 del prossimo 28 febbraio.