Supportare le aziende nella fase di diagnosi, progettazione, accesso ai finanziamenti, realizzazione e formazione di competenze 4.0, avvalendosi dei professionisti interni al sistema confindustriale toscano e dell’ecosistema regionale dell’innovazione. Nasce con questo obiettivo il Digital Innovation Hub Toscana.

“La vera sfida sarà il coinvolgimento delle Pmi” sottolinea Alessio Marco Ranaldo, presidente di Confindustria Toscana. “Il 4.0 è una straordinaria opportunità di crescita e sviluppo, soprattutto per le imprese meno strutturate. Il nostro sistema associativo ha voluto raccogliere da subito la sfida e ha messo a disposizione delle imprese un Digital Innovation Hub toscano. Un hub dell’innovazione che metterà in contatto imprese, università centri di ricerca, valorizzando i territori”.

“Non si tratta di una mera questione tecnologica, ma di una vera e propria strategia vincente” aggiunge Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze “di una leva della crescita e della competitività che può portare il manifatturiero toscano dall’attuale 17 al 20% sul Pil regionale. È una leva che non può sfuggire alla seconda manifattura europea, che vogliamo diventi la prima, e che non può sfuggire alle imprese di questo territorio, che è uno dei principali hub della manifattura di qualità a livello europeo e dove abbiamo le potenzialità per diventare una silicon valley europea del lusso e del medium tech”.

Digital Innovation Hub Toscana è una associazione fondata da Confindustria Toscana, Ance Toscana e dalle cinque territoriali regionali (Confindustria Firenze, Confindustria Toscana Nord, Unione Industriale Pisana, Confindustria Toscana Sud, Confindustria Livorno-Massa Carrara) e aderisce alla Rete nazionale DIH di Confindustria.