Genomica e Bioinformatics, Big Data, Smart Cities & Società, Medicina Personalizzata, Machine Learning e Deep Learning: sono alcuni degli ambiti di insegnamento del secondo anno della scuola di dottorato in Data Science and Computation, il cui bando è appena stato pubblicato, attivata dal neonato Consorzio fondato da Alma Mater di Bologna, Politecnico di Milano e Fondazione Golinelli di Bologna. Tre diverse istituzioni che così confermano il loro interesse per un progetto a livello nazionale strategico e di lungo respiro: quello di essere punto di riferimento in Italia per la ricerca nel campo di Big Data e Data Science.

Se il primo anno, nel 2017, sono state assegnate 14 borse di studio ad altrettanti ricercatori che hanno già iniziato il loro percorso quadriennale, sono 16 le borse disponibili quest’anno: tre a tema libero e le restanti vincolate in diversi ambiti di ricerca, tra cui: Genomica e Bioinformatics, Medicina Personalizzata, Industria 4.0, Machine Learning e Deep Learning, Fisica computazionale e altri. Dopo le selezioni dei candidati che si terranno fino a luglio, il corso quadriennale comincerà in autunno.

Oltre ai fondatori del Consorzio, aderiscono e sostengono il progetto anche l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e l’Istituto Italiano di Tecnologia.

Anche questa seconda edizione è sostenuta da alcune imprese private interessate ad aderire all’iniziativa: in particolare, quest’anno, affiancheranno la scuola, ciascuno per una borsa di ricerca, CRIF, specializzata in sistemi di informazioni creditizie e commerciali, e YOOX NET-A-PORTER GROUP, attore globale nel luxury fashion online. Si aggiungono a CINECA, al Centro di Riferimento Oncologico di Aviano e ALFASIGMA che avevano aderito già nel 2017.