axélero, da dieci anni al fianco delle Pmi con un’offerta di soluzioni di digital marketing, ha analizzato la predisposizione delle imprese italiane all’innovazione tecnologica indagando, regione per regione, i comparti più sensibili e le categorie di prodotto sulle quali si investe maggiormente.

Svolto su un campione di circa 4200 Pmi, sparse su tutto il territorio italiano e che già si sono avvalse di almeno una delle soluzioni axélero, l’Osservatorio descrive un andamento e una tendenza positiva verso la digitalizzazione.

Una prima analisi della concentrazione geografica mostra un podio della “classifica” delle regioni più sensibili al tema occupato dal Sud Italia, con Sicilia (21%) al primo posto, Campania (14%) al secondo e Puglia (12%) al terzo. Segue la Lombardia, distante di un solo punto percentuale (11%).

Interessante l’analisi della tipologia di imprese maggiormente digitalizzate. Dal report axélero emerge che la top 3 appartiene alle categorie vendita al dettaglio, ristorazione ed edilizia, che insieme rappresentano il 39% delle aziende consultate. Seguono poi settori quali automotive, manifatturiero, servizi alle imprese, attività artigianali ed altri.

Passando ad analizzare le tipologie di prodotto scelte da chi ha già messo in atto una strategia di digital marketing con axélero, l’Osservatorio dimostra che, per il 53% dei casi, sono sito web e software CRM le soluzioni maggiormente impiegate e a seguire, con un 42%, le campagne pubblicitarie online. Sono queste tipologie di prodotti digitali, quindi, a mettere d’accordo regioni del nord e del sud Italia.