Advantech ha approntato una strategia di crescita per tutta l’Europa incentrata sulla prossima fase di sviluppo dell’IoT. L’azienda punta a raggiungere un fatturato di 350 milioni di euro nel Vecchio Continente entro il 2025.

Di fatto, Advantech sta accelerando lo sviluppo di filiali in tutto il territorio, per valorizzare al meglio i suoi 25 anni di esperienza locale nel settore. Inoltre, sta adottando un nuovo modello di co-creation per costruire l’ecosistema IoT industriale e rafforzare la sua presenza in vari domini applicativi verticali.

La rinnovata attenzione a questi mercati culminerà con l’evento “IoT Co-Creation Summit” in programma per l’1 e 2 novembre 2018 a Suzhou, in Cina, dove verranno delineate insieme ai partner le nuove prospettive per la prossima fase di sviluppo del mercato IoT.

“Il riconoscimento del brand Advantech nel settore IoT e Industria 4.0 è cresciuto in modo significativo in tutta Europa”, ha affermato Hans-Peter Nüdling, Associate Vice President eIoT. “L’azienda ha recentemente aperto un nuovo Centro Servizi Europeo a Eindhoven. Il completamento di questo centro è il primo passo di Advantech per diventare il fornitore di soluzioni IoT più completo in Europa.”

Le strutture di questo quartier generale europeo, ampliato secondo i canoni della migliore efficienza, comprendono anche un magazzino e un impianto di produzione. L’azienda impiega circa 400 persone in Europa e ha una forte presenza in 10 paesi europei. L’anno scorso è stata inaugurata una nuova filiale a Stoccolma.

“I clienti di Advantech traggono vantaggio dalla nostra elevata capacità di produzione”, ha spiegato Jash Bansidhar, European Sector Head Industrial IoT Group. “La sede principale di Taiwan contribuisce all’ottimizzazione delle organizzazioni locali valorizzando le differenti culture presenti e stimolando l’identificazione di opportunità commerciali attraverso un comitato consultivo regionale. Una maggiore presenza commerciale in Europa è uno degli obiettivi primari dell’azienda per rispondere attivamente ai recenti sviluppi nelle tendenze dell’Industria 4.0 dell’Unione Europea.”