È tempo di bilanci positivi e di nuovi obiettivi in casa Tecnest. Grazie ai propri progetti in ambito APS (Advanced Planning & Scheduling) e MES (Manufacturing Execution System), la società di Udine, fornitrice di soluzioni informatiche per la gestione dei processi produttivi, ha sensibilmente migliorato le prestazioni aziendali dei propri clienti con risultati tangibili.

Tra quelli rilevati negli ultimi dieci anni di progetti nel mondo manifatturiero vi sono un aumento del 20% dell’efficienza in reparto, la riduzione del 50% di tempo necessario alla generazione del piano di produzione, il miglioramento dell’on time delivery del 14% con la riduzione del 35% del numero di ritardi superiori ai dieci giorni e una puntualità di consegna migliorata del 26%. Non certo ultima, la crescita dell’8% della produttività generale del sistema con una riduzione del 50% del ricorso allo straordinario giornaliero.

Nuove funzionalità in ottica 4.0

Risultati di rilievo che Tecnest punta a migliorare ancora attraverso le novità del nuovo paradigma FLEX for Industry 4.0 che comprendono, oltre a nuove funzionalità, l’evoluzione tecnologica di alcune componenti verso il web, lo sviluppo di connettori di integrazione verso sistemi di fabbrica e l’inserimento di dispositivi hardware e software in ottica IoT (Internet of Things).

“Il nuovo paradigma proposto da Tecnest per la gestione della fabbrica 4.0 fa leva su due elementi: da una parte l’interconnessione con gli impianti produttivi con diverse tecnologie e modalità, dall’altra le logiche di processo gestite dalla nuova Smart Factory Console web e dalle altre applicazioni software della suite FLEX che mettono al centro la persona”, ha spiegato Mario Chientaroli, responsabile R&S e socio fondatore Tecnest.

“La Smart Factory Console” ha proseguito Chientaroli “è stata realizzata con tecnologie avanzate e con un’interfaccia grafica social e smart pensata per agevolare e guidare l’utente nella sua operatività quotidiana. Questa rappresenta il luogo principale dove si concentrano le attività di interazione e collaborazione tra gli operatori di produzione e gli elementi di sistema produttivo, integrando funzionalità di Collaborative Manufacturing con tecnologie Internet of Things. Il tutto in un’ottica di avere sotto controllo rapidamente l’intero flusso produttivo”.