Check Point Software Technologies stabilisce un nuovo standard di protezione contro gli attacchi di quinta generazione, che mirano alle reti aziendali e ai data center. Combinando una completa prevenzione contro le minacce con un hardware specifico, il nuovo prodotto della famiglia 23000 di Check Point offre la possibilità di esaminare il traffico crittografato SSL senza compromettere prestazioni, operatività o scalabilità.

Il gateway 23900 offre massime prestazioni di sicurezza con un throughput del firewall di 128 Gbps all’interno di un chassis 2U compatto. Inoltre, supporta i livelli più rapidi di connettività, fino a 100 GbE, e offre opzioni di espansione modulari per un massimo di 42 interfacce di rete.

Più soluzioni integrate in un’unica piattaforma

“Per proteggere gli asset principali all’interno di uno scenario di sicurezza informatica di quinta generazione, le organizzazioni devono adottare soluzioni completamente integrate che uniscono la prevenzione delle minacce, l’emulazione e l’estrazione in un’unica piattaforma” ha affermato Itai Greenberg, Vice President of Product Management di Check Point. “Grazie all’appliance 23900, i clienti possono portare queste tecnologie sicure all’interno di data center dalle alte prestazioni o di reti aziendali molto trafficate”.

Basato sull’architettura Check Point Infinity, il gateway 23900 offre una sicurezza all-inclusive che comprende tutti i sistemi di protezioni di rete, tra cui SandBlast Zero-Day Protection di Check Point.