Le sfide che determineranno il successo dell’industria settore sono l’innovazione continua e la sostenibilità ambientale.

Ecco perché Tenova, società del gruppo Techint specializzata in soluzioni per le aziende minerarie e metallurgiche, sta investendo in diversi progetti di ricerca, sviluppo e innovazione incentrati sull’Industria 4.0 e sull’economia circolare.

Nel corso del 2018, Tenova, in collaborazione con i principali attori europei del settore, ha lanciato tre progetti di ricerca e sviluppo cooperativi supportati da finanziamenti pubblici, ovvero BigData@MA, CyberMan4.0 ed ECOSLAG.

La partecipazione dell’azienda è parte del suo più ampio impegno nella creazione di una “fabbrica intelligente sostenibile”, in modo da ottimizzare il processo produttivo e ridurre al minimo l’impatto ambientale.

Protagonisti i Big Data

BigData@MA è l’acronimo di Big Data applications at Manufacturing e mira a sviluppare uno specifico framework applicativo Big Data come strumento per fornire supporto online nel processo decisionale e nell’esecuzione dell’attività.

Tenova studierà l’applicazione delle tecnologie Big Data nelle rettificatrici a rulli Pomini Tenova per consentire la manutenzione predittiva.

Questo progetto biennale è cofinanziato dalla Commissione europea, dalla Regione Lombardia e dalla Regione vallona belga nell’ambito del Manunet Transnational Call 2017, ed è guidato da Rina Consulting – Centro Sviluppi Materiali S.p.A.

Focus sulla manutenzione predittiva

CyberMan4.0 intende sviluppare un modello innovativo di manutenzione integrata 4.0, supportando la transizione dalla manutenzione preventiva tradizionale alla manutenzione predittiva.

Tenova definirà, installerà e commissionerà sensori innovativi su rulli e smerigliatrici Pomini Tenova. Inoltre, software specifici renderanno possibile raccogliere, elaborare e analizzare tutti i dati rilevanti per individuare fin dalla fase iniziale eventuali malfunzionamenti dei componenti delle macchine, migliorando le operazioni e l’affidabilità delle apparecchiature.

CyberMan4.0 durerà quarantadue mesi ed è in parte finanziato dal Fondo per la Ricerca e l’Innovazione sul Carbone e l’Acciaio della Commissione europea della Commissione europea, che coinvolge diversi attori chiave dell’industria siderurgica, guidato dalla Scuola Superiore Sant’Anna.

Come diventare ecosostenibili

ECOSLAG ha l’obiettivo di identificare ed esaminare soluzioni tecniche operative per il recupero del calore residuo dalle scorie delle acciaierie, riducendo al minimo l’impatto ambientale.

Tenova partecipa al progetto con particolare attenzione alla granulazione delle scorie EAF e alla sua applicazione pilota su scala industriale presso A.C.P. Acciaieria di Cividate al Piano S.r.l.

Il progetto durerà quarantadue mesi ed è cofinanziato dal Fondo per la Ricerca e l’Innovazione sul Carbone e l’Acciaio della Commissione europea. I partner sono guidati dal FEHS-Institut für Baustoff-Forschung e.V.