Il governo Conte conferma gli incentivi per l’Industria 4.0, a fronte di alcuni tagli inattesi.

Stando al Documento programmatico di bilancio 2019 trasmesso da Palazzo Chigi a Bruxelles, l’iperammortamento si riduce al 175% sui beni materiali, mentre le agevolazioni per l’acquisto dei software passa dal 140% al 120%. Assente il super ammortamento.

Tuttavia, si legge nel documento “Dal periodo d’imposta 2019, le aziende che investono e assumono lavoratori possono fruire di un regime agevolato che riduce l’aliquota IRES dal 24% al 15% per la quota di utili reinvestita in beni strumentali nuovi e in nuova occupazione.”

Previsti, inoltre, “incentivi fiscali importanti per tutte le imprese che assumeranno un manager dell’innovazione altamente qualificato”.