Si conclude oggi, 14 dicembre, per il 2018 il roadshow lungo l’Italia di Boston Consulting Group (Bcg), che incontra gli studenti all’Università degli Studi di Catania.

Per il quarto anno consecutivo la società di consulenza direzionale va a caccia di giovani talenti nelle principali università italiane, con tappe al Politecnico di Milano, al Politecnico di Torino, all’Università degli Studi di Bologna e a quella Politecnica delle Marche ad Ancona.

Prossima e ultima tappa il 16 gennaio a Milano alla Fondazione Collegio delle Università di Milano, per poi chiudere le candidature al progetto “The Future Makers” il prossimo 18 gennaio.

In questo progetto, rivolto agli studenti tra i 23 e i 26 anni d’età di tutta Italia, i cento prescelti parteciperanno a maggio a quattro giorni di formazione nella sede milanese di Bcg.

Nell’occasione avranno la possibilità di incontrare figure di rilievo della business e social community italiana per discutere di Big Data e Advanced Analytics, delle nuove frontiere energetiche sostenibili e di innovazione fino a pensare a nuovi scenari economici per il nostro Paese. Incontreranno gli amministratori delegati dei maggiori gruppi industriali italiani, del mondo pubblico e privato, rappresentanti autorevoli del settore no profit, della cultura e dello sport.

The Future Makers, per sostenere i futuri leader aziendali

«Questo progetto è il modo in cui Bcg intende offrire al Paese il proprio contributo nel sostegno alle future generazioni di leader», commenta Francesco Guidara, Marketing & Business Development Director Bcg per Italia, Grecia e Turchia.

Nelle tre passate edizioni, infatti, con “The Future Makers” si è creato un network virtuoso e culturalmente stimolante per i trecento studenti selezionati, ma anche per tutti coloro che sono stati coinvolti nel progetto: i mentor, gli speaker, i rappresentanti delle organizzazioni pubbliche e private.

Un modo smart per far incontrare giovani ad alto potenziale con l’industria e i servizi italiani e favorire il passaggio dagli studi alla professione in termini di linguaggio, dialogo, relazione e contesto.

«Anche quest’anno», conclude Gioia Ferrario, Human Resources Director Bcg per Italia, Grecia e Turchia, «grazie a un processo di selezione innovativo, veloce e molto strutturato individueremo i 50 ragazzi e le 50 ragazze, che avranno voglia di mettersi in gioco per diventare i leader dell’Italia di domani».