35 soci fondatori per un partenariato che unisce università, enti di ricerca e aziende*: si è costituita ufficialmente l’associazione chiamata a guidare il Centro di Competenza ARTES 4.0 (Advanced Robotics and enabling digital Technologies & Systems 4.0), sulla robotica avanzata e sulle tecnologie digitali abilitanti, coordinato dalla Scuola Superiore Sant’Anna.

“ARTES 4.0 si prefigura come un grande serbatoio di ricerca applicata e di innovazione” spiega Paolo Dario, Direttore Scientifico di ARTES 4.0, “al quale potranno attingere imprese, enti, fondazioni e altri soggetti per usufruire di servizi in ambito di orientamento, formazione, innovazione e ricerca, infrastrutture e sviluppo sperimentale. L’obiettivo è costituire una rete ad alta specializzazione in grado di ascoltare, recepire e soddisfare i bisogni di innovazione espressi dalle imprese.”

“La rete del Centro di Competenza”, prosegue Dario, “è costituita da nodi fisici con linee produttive dimostrative e per la formazione in linea, con sistemi di robotica collaborativa, soluzioni di realtà aumentata che connettono virtualmente tecnologie, sistemi e nodi della rete del Centro di Competenza e le aziende fruitrici dei servizi. Il Centro di Competenza ha una struttura capillare che garantisce l’intera copertura nazionale e una proiezione internazionale sulle tematiche di alta specializzazione”.

L’’adesione di INAIL, in qualità di socio fondatore, rafforza e qualifica l’attenzione verso i temi fondamentali della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute dei lavoratori e delle lavoratrici, con particolare riferimento a prevenzione, assistenza e riabilitazione.

Il Digital Innovation Hub (DIH) Toscana di Confindustria è socio sostenitore di ARTES 4.0 e contribuirà al piano delle attività del Centro di Competenza.

ARTES 4.0 ha ricevuto il supporto formale di 7 Regioni (Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Sardegna, Sicilia, Liguria) e del Comune di Pontedera, che sarà la sede centrale della rete del Centro di Competenza.

* I 35 soci fondatori provengono dal mondo universitario e dal settore industriale. Sono suddivisi in 13 università ed enti di ricerca (Scuola Superiore Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Università di Pisa, Università degli Studi di Firenze, Università di Siena, Scuola IMT Alti Studi Lucca, Università Politecnica delle Marche, Università degli Studi di Perugia, Università degli Studi di Sassari, Università Campus Bio-Medico di Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto Italiano di Tecnologia, European Laboratory for Non-Linear Spectroscopy), un ente nazionale (INAIL), 5 grandi imprese (Trenitalia, Comau, ESI Italia, Rea Impianti, Idrotherm 2000), 5 fondazioni ed enti del terzo settore (Fondazione Don Gnocchi, Confartigianato Vicenza – Digital Innovation Hub, Meccano S.p.A., Fondazione Toscana Life Sciences, CONSEL – Consorzio ELIS per la Formazione Professionale Superiore), 4 piccole imprese (Tecnalia, T.I.M.E., Laboratori ARCHA, Pure Power Control) 7 micro-imprese e start-up (Alleantia, Certema, Mediavoice, Wisense, Stargate Consulting, LK Lab, IDEA SOC. COOP.). Ai 35 soci fondatori si aggiungono 92 tra soci ordinari, affiliati e sostenitori per un totale di 127.