Che 2019 sarà per le PMI del manifatturiero? Per conoscere le migliori tecnologie su cui investire per la trasformazione digitale nell’anno appena iniziato, il Report di Lux Research, pubblicato da Forbes, traccia una classifica dettagliata, posizionando nella top 5 al primo posto machine learning e intelligenza artificiale, con oltre 10.000 brevetti di intelligenza artificiale presentati nell’ultimo anno, e a seguire i dispositivi indossabili, con i venture capital che negli ultimi cinque anni hanno indirizzato al settore finanziamenti per un totale di 2 miliardi di dollari; presenti anche la stampa 3D, settore su cui i brevetti depositati sono saliti del 60% dal 2014, e realtà aumentata (AR) e realtà virtuale (VR), che ogni anno attirano dal venture capital circa 2 miliardi di dollari.

Appuntamento a Parma dal 28 al 30 marzo

Temi importanti per MECSPE, la prima manifestazione italiana del manifatturiero 4.0 promossa da Senaf (Fiere di Parma, dal 28 al 30 marzo 2019), in prima linea quest’anno più che mai non solo per mostrare le principali novità per i diversi comparti industriali, ma anche per offrire soluzioni sul fronte della digitalizzazione in grado di mettere l’”uomo al centro”, attraverso un adeguato supporto in formazione e investimenti nel capitale umano, per la creazione di competenze che siano in grado di applicarle.

Nasce MECSPE Bari

Un impegno che Senaf raddoppia annunciando la nascita di una nuova edizione di MECSPE a Bari, in programma dal 28 al 30 novembre 2019 all’interno della Nuova Fiera del Levante, con l’obiettivo di diventare l’evento di riferimento del Centro Sud e del bacino del Mediterraneo per lo sviluppo delle tematiche di innovazione e 4.0, affiancandosi alla tradizionale kermesse parmense giunta alla 18a edizione.

Un’esperienza polisensoriale a 360°

Tante le iniziative 4.0 in programma a marzo, a cominciare dal “Tunnel dell’Innovazione”, nuovo cuore mostra della fiera (padiglione 4, Ingresso Sud), in cui il visitatore potrà immergersi per vivere un’esperienza polisensoriale a 360°, unica e indimenticabile, e scoprire la strada per il futuro della fabbrica intelligente.

Un’iniziativa senza precedenti realizzata grazie alla collaborazione con il Cluster Fabbrica Intelligente (CFI), che riunisce oltre 300 soci, tra imprese, università, centri di ricerca e altri stakeholder, e che vedrà protagonisti i Lighthouse Plant, 4 progetti appartenenti ad Ansaldo Energia, ABB, Tenova/ORI Martin e Hitachi Rail, che il Cluster ha selezionato per conto del Ministero dello Sviluppo Economico come fiore all’occhiello del made in Italy ed esempio concreto del “saper fare” nazionale da mostrare in Italia e all’estero. Dei veri e propri impianti produttivi da esplorare, basati sullo sviluppo e applicazione delle tecnologie digitali previste nel Piano Industria 4.0, che oltre agli aspetti organizzativi e tecnologici mettono in evidenza altri principi: la centralità dell’uomo nel suo ruolo, nel rispetto di dignità e sicurezza; la necessità della collaborazione come unica via percorribile per rafforzare la competitività e il valore aziendale e la compatibilità ambientale.

Riflettori su materiali, macchine e tecnologie

L’esperienza a MECSPE, oltre il Tunnel dell’innovazione, mira ad essere semplice, fluida e coinvolgente per visitatori, aziende ed espositori grazie alla sinergia dei 12 saloni tematici, che offrono una panoramica completa su materiali, macchine e tecnologie. In particolare, tutto il meglio del settore automazione e robotica, che nell’edizione 2019 ospiterà circa 400 espositori, sarà visibile come sempre al padiglione 5, con i saloni rivolti ai costruttori di robot e ai maggiori system integrator italiani (Motek Italy, dedicato alla manipolazione, all’assemblaggio e all’automazione di fabbrica), alle trasmissioni di potenza e alla meccatronica (Power Drive, salone dedicato ai sistemi e componenti per la trasmissione di potenza) e alla Logistica (in cui sarà dato risalto ai temi della logistica industriale e di magazzino presentandoli in un contesto totalmente dedicato all’automazione).

Il padiglione 6 invece, accoglierà la nuova collocazione del Salone Fabbrica Digitale, un’area per conoscere processi più efficienti, costi e tempi di produzione notevolmente ridotti, rivolta alle nuove frontiere della digitalizzazione della fabbrica per la produzione di prodotti intelligenti: dall’Informatica, alla Sensoristica industriale, dal Cloud Manufacturing, alle Tecnologie di identificazione automatica (RFID – NFC Near Field Communication), fino ai Software e alle macchine capaci di comunicare in wireless attraverso l’IoT, l’Internet delle cose); mentre nel padiglione 4.1, collocato tra il 3 e il 5, e diretta prosecuzione dell’Ingresso Sud, sarà dato ampio spazio alla Subfornitura Elettronica, un’area dove le aziende di assemblaggio e di progettazione potranno presentarsi nella loro veste istituzionale di fornitori e non solo come potenziali clienti.

Un premio per chi sa fare la differenza

Nella giornata di venerdì 29 marzo, infine, si terrà il momento conclusivo della quarta edizione del “Premio Innovazione Robotica” rivolto alle applicazioni italiane in grado di differenziarsi in termini di eccellenza, creatività e innovazione tecnologica, realizzate in ogni campo della robotica: dalle soluzioni collaborative a quelle più automatizzate, dai settori principali dell’industria dei robot alle nicchie di lavorazione, da installazioni strutturate a piattaforme mobili di manipolazione o logistica robotizzata.

In continuità con la scorsa edizione, il Premio riserverà una sezione speciale alla categoria “Orizzonti”, rivolta alla promozione di prototipi, esperimenti e risultati preliminari da parte di laboratori di ricerca o collaborazioni ricerca-industria. L’ormai tradizionale evento di premiazione, ospitato da MECSPE 2019, sarà ancora una volta un’occasione per conoscere e discutere le tendenze tecnologiche e il mercato dei robot, insieme a tutti i protagonisti: finalisti, produttori, esperti ed osservatori.