Durante il pre-MWC 2019 briefing svoltosi a Londra, Huawei ha presentato la strategia “Simplified 5G” e una serie di soluzioni per reti mobili a controllo autonomo.

L’obiettivo di Huawei è semplificare la rete per facilitare la distribuzione del 5G. Il numero di utenti 3G e 4G in tutto il mondo ha raggiunto i 500 milioni in dieci e cinque anni dai rispettivi lanci commerciali. Si stima che il 5G impiegherà solo tre anni per raggiungere la stessa diffusione.

Nell’era del 5G, le reti multi-RAT (2G/3G/4G/5G) sono complesse, difficili da mantenere e richiedono elevati costi di Operation and Maintainance (O&M). Pertanto i servizi base voce, dati e IoT devono essere trasferiti su rete LTE. In futuro, le reti si evolveranno in “LTE + NR” con una semplificazione della RAT (Radio Access Technology). Per l’implementazione dei siti Huawei ha realizzato la soluzione Super Blade Site. I siti tradizionali si confrontano con costi di noleggio e consumo energetico elevati e O&M complesse. Oltre a risolvere questi problemi, questa nuova soluzione sfrutta appieno le risorse dei siti esistenti e ne migliora l’efficienza di implementazione. Il design modulare full-outdoor semplifica la distribuzione dei siti il cui ingombro è pari a zero, riducendo la dipendenza degli operatori dalle risorse di base. Ciò consente quindi una rapida implementazione del 5G, riducendo notevolmente il TCO (total cost of ownership) del sito.

Soluzioni per reti mobili a controllo autonomo

Le principali preoccupazioni che gli operatori hanno manifestato rispetto al lancio delle reti 5G stanno contribuendo ad aumentare la complessità della rete e i relativi costi operativi. Per aiutare gli operatori a far fronte a queste sfide, Huawei lancia una serie di soluzioni per reti mobili a controllo autonomo, tra cui il MBB Automation Engine (MAE) e le stazioni base della serie BTS5900 con potenti capacità di calcolo.

Fungendo da cervello delle reti mobili, il MAE è il motore di gestione e controllo che implementa l’automazione della rete wireless. Basato su una piattaforma dati basata su cloud e su potenti capacità di previsione e calcolo della rete, il MAE offre diverse soluzioni orientate agli scenari e adeguate alle esigenze degli operatori relative all’implementazione, manutenzione, ottimizzazione della rete e fornitura dei servizi. Il MAE realizza anche l’automazione a circuito chiuso end-to-end di ogni processo. Questa serie di soluzioni comprende anche stazioni base della serie BTS5900 con capacità di calcolo migliorata di 8 T FLOPS, che supporta l’automazione delle reti wireless. Questo prodotto offre sia un’accurata gestione delle risorse radio che una potente capacità di calcolo, supportando la gestione e il controllo automatici in base allo scenario.

Un’implementazione pratica del 5G

I servizi eMBB sono servizi primari nella fase iniziale di sviluppo del 5G quali servizi illimitati, wireless a banda larga domestica e Cloud X. Attualmente il 70% degli operatori in tutto il mondo fornisce servizi illimitati e il 40% degli operatori ha visto aumentare il fatturato medio per utente (ARPU). In futuro si richiederà esperienza di rete ed esperienza di servizio differenziate e così sarà anche per la gestione delle tariffe e di eventuali ritardi.

Inoltre con l’avvento della nuova rete anche i servizi di eMBB si rinnoveranno. I servizi di Cloud X, rappresentati da Cloud VR/AR, Cloud PC e Cloud Gaming, saranno collegati sia ai terminali che al cloud attraverso le reti per implementare nuovi servizi come smart terminal, broad pipe e applicazioni cloud.

In futuro il 5G consentirà anche la digitalizzazione in tutti i settori, aumentando il margine di guadagno per gli operatori. Attualmente Huawei collabora con oltre 280 partner in tutto il mondo per esplorare attivamente l’Internet of Vehicles (IoV), i droni connessi e lo smart manufacturing attraverso i suoi X Labs.