Andare in Silicon Valley per realizzare una vera e propria esperienza sul campo. Poi ritornare in Emilia-Romagna per far crescere e rafforzare la propria impresa.

Dopo le esperienze positive degli anni scorsi nell’area californiana, la Regione mette a disposizione fondi per 150 mila euro complessivi per erogare i servizi gratuiti alle imprese ammesse ai programmi. Sempre in collaborazione con Aster, lancia due nuovi bandi per supportare le imprese nelle attività di internazionalizzazione e ricerca di investitori e partner.

Infatti, proprio per supportare le imprese locali e permettere di intercettare possibili nuovi investimenti, una delle misure punta a realizzare l’incontro con un pool di investitori statunitensi che saranno in missione a Bologna a giugno.

“La Regione è l’unica realtà italiana che da tempo ha un presidio permanente in California, a disposizione di imprese e startup emiliano-romagnole”, afferma l’assessore alle Attività produttive, Palma Cost. “La struttura oltre oceano ha l’obiettivo di creare una rete di contatti solida su cui fare affidamento per la ricerca di capitali e per far crescere le imprese rendendole di successo. Ad oggi sono una settantina le realtà che grazie alla Regione sono andate in Silicon Valley: la maggior parte hanno sfruttato positivamente l’esperienza oltre oceano una volta tornate in Emilia-Romagna”.

Il primo bando

Il primo bando (Business match program), dedicato a 8 piccole e medie imprese tecnologiche emiliano-romagnole, offre la possibilità di partecipare ad un percorso di business match in Silicon Valley dal 18 al 22 novembre 2019. Le domande per partecipare debbono essere presentate entro il 9 maggio 2019. 

L’obiettivo è far incontrare le imprese dell’Emilia-Romagna con potenziali partner o buyer in Silicon Valley. Il programma, che si avvale del supporto di un partner americano, prevede diverse fasi operative: dalla formazione specifica fino a momenti di pitching, dalla partecipazione a eventi con investitori fino a incontri b2b con possibili partner. Al termine del programma e per i mesi successivi, le imprese beneficiarie verranno supportate nelle attività di follow-up della missione. 

Il bando è aperto a imprese dei settori: Automotive technologies, Building & construction, Data security, Data storage, Energy, Enterprise software, Fintech (financial technologies), Food, Nutritional sciences, AgTech (agricultural technologies), Industry 4.0 e Health & medicine. 

Il secondo bando

Il secondo bando (Incoming program) è un percorso dedicato ad un massimo di 30 piccole e medie imprese emiliano-romagnole con lo scopo di far loro incontrare un pool di 10 investitori provenienti dalla Silicon Valley per presentare la loro imprese e i propri prodotti durante l’edizione 2019 di Research to Business in programma il 6 e 7 giugno a Bologna. Le domande per partecipare devono essere presentate entro il 15 aprile 2019. 

L’incoming program avrà la durata di quattro giorni: due di attività preparatorie in vista del matching con gli investitori e due di presentazioni e incontri con gli investitori americani. Al termine dell’Incoming program e per i mesi successivi, le imprese verranno supportate nelle attività di follow-up.

Le attività che la Regione ha avviato in Silicon Valley, con il supporto di Aster, sono consultabili al sito www.emiliaromagnainsiliconvalley.it.