Oracle ha annunciato ieri notte i risultati finanziari del suo terzo trimestre fiscale 2019 (chiuso a febbraio 2019).

L’utile per azione in GAAP sale a 0,76$ e quello non-GAAP del +8% a 0,87$. Il risultato operativo sale del +3%, a valuta costante del +7%. Grande successo delle applicazioni in Cloud SaaS, un business che sale del +32%, e dell’Autonomous Database, con 1.000 installazioni a pagamento e 4.000 in trial, in poco più di un anno dal lancio.

I risultati in Italia

“In Italia Oracle sta progressivamente migliorando la sua affermazione come Cloud Company”, spiega Fabio Spoletini, Regional Sr. VP per Italia, Francia, Iberia, Russia e CIS e Country Manager per l’Italia. “Questo non solo in ambito di piattaforme e tecnologia, dove modelli innovativi come il Cloud @ Customer ci danno un vantaggio competitivo per i clienti che preferiscono una soluzione Cloud gestita, ma residente – per varie ragioni – sui loro stessi datacenter, e tecnologie come l’Autonomous Database ci posizionano come veri innovatori nella gestione del dato in Cloud più sicura e performante oggi disponibile sul mercato.”

“Anche in ambito SaaS infatti abbiamo avuto grandi soddisfazioni”, prosegue Spoletini, “in particolare nel comparto CX (Customer Experience, che include le soluzioni per Marketing, e-Commerce, Customer Care ecc) che ha oggi al suo attivo vari clienti, presentati agli eventi Oracle internazionali come ‘Open World’ di Londra in gennaio – Pirelli, PostePay – e locali, come il nostro ‘Modern CX’ in febbraio, dove abbiamo avuto testimonianze del calibro di Mediaset e Sirti, ma anche di start-up di successo nel settore travel come Ernest Airlines.”

“Infine”, conclude Spoletini, “in questo trimestre abbiamo rinnovato l’impegno e il commitment di Oracle Italia verso i nostri partner: stiamo spingendo su selezione e specializzazione come fattori premianti per customizzare l’offerta e l’implementazione delle nostre soluzioni, aperte, interoperabili e personalizzabili ‘nell’ultimo miglio’ verso il cliente – un valore aggiunto che solo i partner possono portare.”