Schneider Electric è entrata nella Cybersecurity Coalition, un’iniziativa nata per rendere più sicura l’economia digitale e proteggere la fiducia verso di essa, che ha sede a Washington D.C.

La Cybersecurity Coalition è formata da aziende di punta che supportano i policy maker pubblici nello sviluppo di soluzioni su cui vi sia consenso, che promuovano un ecosistema di cybersecurity attivo e robusto; supportino lo sviluppo e l’adozione di innovazioni nel settore; incoraggino organizzazioni di ogni dimensione a migliorare la loro cybersecurity.

Come membro della Coalition, Schneider Electric esplorerà nuove metodologie e aiuterà a migliorare il modo in cui agenzie e enti regolatori pubblici, enti di standardizzazione internazionale, ricercatori in ambito security, vendor, partner e clienti lavorano insieme per affrontare i rischi della cybersecurity.

“Entrare nella Coalition dimostra che Schneider Electric prende sul serio le sfide della cybersecurity e ci impegniamo a giocare un ruolo di primo piano nello sviluppo di soluzioni”, ha detto Hervé Coureil, Chief Digital Officer, Schneider Electric. “Partecipando, abbiamo un posto a un tavolo intorno a cui si possono avviare conversazioni aperte, trasparenti e sicure – per accrescere l’adozione di policy e normative cybersecurity a vantaggio dei nostri clienti, partner e di tutti gli stakeholder – comprese le comunità in cui operiamo”.

“Lavorando con il nostro ecosistema globale di partner, continueremo a sviluppare sicurezza a livello enterprise e cybersecurity, nella convergenza tra IT e OT”, ha detto Christophe Blassiau, Chief Information Security Officer, Schneider Electric. “Noi abbiamo adottato una strategia di Cybersecurity by Design, che si allinea al Framework di Cybersecurity NIST, ma non solo: la nostra piattaforma abilitata dall’IoT EcoStruxure offre ai nostri clienti soluzioni di cybersecurity end-to-end e servizi per proteggere un vasto ecosistema digitale.”