Distribuita nel nostro Paese da EFA Automazione arriva la release 8 di Ignition, la piattaforma software industriale sviluppata da Inductive Automation.

Ignition 8 ha compiuto un significativo passo avanti nel modello di gestione delle tag, rivisto per poterle personalizzare con attributi e setpoint in modo semplice e senza script.

Nuove tecniche di ereditarietà

Ignition 8 offre una maggiore flessibilità nella gestione dei progetti grazie all’introduzione di un nuovo modello di ereditarietà. È possibile definire insiemi di risorse a livello centrale, che possono essere condivise e riutilizzate a livello locale, senza però che sia preclusa la possibilità di apportare modifiche in base alle specifiche necessità. Ciò consente a ciascun singolo sito di poter localmente adattare i progetti, pur continuando ad avere accesso alle risorse che sono rese disponibili a livello centrale.

Implementazione semplice e veloce

Con il nuovo modulo Perspective i client di visualizzazione sono leggeri e veloci. Ciò consente a operatori e supervisori di poter implementare il numero di client di cui necessitano senza vincoli, per visualizzare i dati in tempo reale e in ogni dove.
La velocità di risposta dei client si deve all’architettura di Ignition 8, che non utilizza la tecnica del polling, il che riduce il carico di rete e delle CPU. Ciò consente di utilizzare contemporaneamente fino a 200 client.

Progettazione e sviluppo migliorati

Le nuove funzionalità di Ignition 8 accelerano i tempi di sviluppo a vantaggio dell’intera catena del lead-time. Inoltre è possibile ripristinare vecchie versioni di progetti, risolvendo i conflitti a livello di codice e tracciando le modifiche mediante Git o altro sistema di gestione del codice sorgente. Ignition 8 offre anche funzionalità di progettazione concorrente, mediante la quale più progettisti possono lavorare contemporaneamente senza subire blocchi incrociati.

Il modulo Vision

Sono stati apportati importanti miglioramenti al modulo Vision. Anziché appoggiarsi a Java Web Start, i client di visualizzazione vengono avviati tramite nuovi launcher Windows, Mac e Linux. Ignition 8 integra Java in maniera nativa, il che evita la necessità di doverlo installare, mantenere e aggiornare.

Il modulo Perspective

La proliferazione dei dispositivi mobili è stato uno dei maggiori fattori di discontinuità da quando è stato introdotto Ignition nel 2010. La nuova release 8 non poteva fare a meno di cogliere questo cambiamento e di integrarlo al suo interno per renderlo pienamente disponibile alle applicazioni di tipo industriale. Così è nato il modulo Perspective, che si basa su HTML5 e CSS3 e che, quindi, può essere eseguito su qualsiasi dispositivo in qualsiasi ambiente operativo dotato di web browser.

Smart device come tablet e cellulari entrano a pieno titolo nel mondo dei sistemi di automazione. Ciò consente di utilizzare tutte le facility tecnologiche tipiche di questi dispositivi: ad esempio, con la telecamera un operatore può scattare una foto, registrare il funzionamento del sistema o scannerizzare un QR code, così come taggare singole porzioni di impianto mediante coordinate GPS. Perspective consente di sfruttare queste funzionalità sia in ambiente Android che IOS. Ciò apre agli utenti nuove possibilità di fruire e progettare HMI in un modo completamente diverso da quanto i normali PC e classici monitor permettono di fare. Ignition Perspective consente agli utenti di interagire con le applicazioni sui propri dispositivi mobili con la stessa facilità con cui lo possono fare sul proprio notebook o desktop.

Cybersecurity

La sicurezza è divenuta una priorità molto elevata che qualsiasi sistema di controllo non può non considerare. Ignition 8 rafforza il livello di security supportando l’autenticazione a due fattori, il single sign-on e i più diffusi protocolli di crittografia utilizzati a livello industriale.