Studenti provenienti da differenti università, in una due giorni no-stop, sono chiamati a sviluppare in gruppo un progetto, proporre un’idea, in risposta a delle specifiche proposte da aziende nel settore del manufacturing.

Tutto questo è il Manufacturing Hackathon, la prima sfida nel settore manifatturiero promossa da AITeM – Associazione Italiana delle Tecnologie Manifatturiere, che si svolgerà alla DIGITA Academy il 17-18 Maggio presso l’Università Federico II di Napoli.

“Hackathon è un format molto diffuso tra le aziende in tutto il mondo” spiega Antonio Mosca, Head of Digitization of Fabio Perini, società che prenderà parte all’evento, “pensato, allo stesso tempo, per imprese che vogliono comunicare di essere pronte a fronteggiare l’impatto della trasformazione digitale e vogliono attrarre i giovani talenti”.

Fabio Perini, con il Tomorrow|Lab, il nuovo laboratorio per comprendere e sfruttare le opportunità create dalla digitalizzazione, è infatti anche alla ricerca di nuove figure professionali che conoscano metodologie affermate in altri ambiti, ma nuove per il mondo industriale, come il Design Thinking e l’Agile, professionisti che sappiano gestire i Big Data e abbiano esperienza nella creazione di architetture IT moderne. “Manuthon” continua Mosca “è un’occasione preziosa quindi per individuare queste professionalità”.

Ecco la sfida di Fabio Perini. “In tutto il mondo”, conclude Mosca, “abbiamo installato oltre 21.000 macchine in oltre 100 Paesi; i nostri clienti, oltre 1200, trovano sicuramente soluzioni intelligenti e personalizzate per utilizzare al meglio le nostre linee produttive adattandole ai loro processi interni e all’evoluzione del mercato. Questo tipo di innovazione parte non solo dai nostri reparti di R&D, ma anche dagli utilizzatori finali delle macchine. Tutta questa conoscenza attualmente rimane dal cliente, noi in Fabio Perini vogliamo sviluppare una piattaforma digitale che sia in grado di raccogliere tutti questi feedback, classificarli, analizzarli per sviluppare nuove soluzioni per il miglioramento continuo della nostra tecnologia e delle nostre macchine”.