ABB Italia e Junior Achievement Italia sono giunti alla seconda edizione del “Premio Impresa 4.0”. Rivolto agli studenti delle scuole superiori, il “Premio Impresa 4.0” premia l’imprenditorialità attraverso esperienze capaci di formare i lavoratori del futuro, in particolare nell’ambito dell’impresa digitale.

Il progetto vincitore dell’edizione 2019 è BeeSafe dell’ISIS C. Facchinetti di Castellanza, Varese. Il progetto, premiato da una giuria di esperti composta da rappresentanti delle funzioni Digital, Marketing & Sales, Comunicazione e Sostenibilità di ABB Italia, si propone come un sistema di supervisione per arnie con due principali funzionalità: un sistema di monitoraggio dei parametri ambientali dell’arnia e dello stato di salute delle api e un antifurto, che integrato al sistema di controllo, evita il furto e la devastazione delle arnie. Il prodotto offre la possibilità di digitalizzare il settore agricolo, con attenzione alla qualità produttiva. Il sistema ha ampie possibilità di sviluppo anche grazie alla connessione in rete e all’utilizzo di sistemi di alimentazione ad energia solare. La raccolta dei dati e l’osservazione da remoto, offrono la possibilità di studio e analisi su vasta scala del benessere delle api aprendo a nuovi approcci a tutela e salvaguardia dell’ecosistema.

“Abbiamo ricevuto 34 candidature al premio da tutta Italia: tutte idee in linea con il tema digitale con il quale abbiamo voluto sollecitare gli imprenditori in erba”, afferma Mario Corsi, Amministratore Delegato di ABB Italia, “Abbiamo premiato l’intraprendenza, l’innovazione tecnologica supportata dal digitale e la capacità di trasformare in soluzioni un’esigenza del mercato. I processi di co-creazione alla base del progetto BeeSafe rispecchiano il nostro approccio al mercato: un dialogo con i nostri clienti per poter sapere di più, fare di più e meglio nei processi produttivi grazie alla tecnologia digitale. Questo giovane team ha interpretato brillantemente questo approccio, dimostrando grandi potenzialità imprenditoriali e digitali.”