Da qui al 2020 mancheranno 135 mila addetti con competenze in materia di tecnologia digitale da inserire negli organici aziendali. Anche per questo beanTech – nominata nel progetto Microsoft “Ambizione Italia” che mira proprio a colmare il gap tra domanda e offerta – ha dato vita, nel settembre dello scorso anno, alla sua “KnowNow Academy”.

In questa fucina di apprendimento hanno incrementato le proprie conoscenze, finora, circa 350 persone in 17 cicli di lezione. Customer Relationship Management (Crm), leadership & empatia, campagne social e marketing, oltre a materie più “tecniche” quali Azure oppure PowerPlatform: ecco il menu della Academy per questo primo periodo della sua vita, un’offerta qualificata e variegata che ha consentito di far diventare la struttura di beanTech un punto di riferimento per creare nuove figure legate alla digitalizzazione nel NordEst d’Italia.

E così, la “KnowNow Academy” prosegue a vele spiegate verso i nuovi appuntamenti. A giugno sono in arrivo i corsi su Virtualizzazione (Vdi) Basic e Advanced, pronti a coinvolgere 16 clienti; nell’ottica di implementare e rafforzare il team beanTech, tra giugno e luglio sarà promosso un appuntamento dedicato a Microsoft Dynamics 365, a scopo inserimento in azienda, dedicato a 15 persone. Ulteriori iniziative sono in calendario a settembre, con 20 clienti in procinto di partecipare ai corsi dedicati ai livelli Basic e Advanced di Azure.

Il rapporto tra beanTech e Microsoft è sempre più stretto, tant’è che Fabiano Benedetti è stato tra i 150 manager invitati di recente all’Università Bocconi di Milano per l’intervento di Satya Nadella, amministratore delegato del colosso di Redmond.

“L’Italia è al 25° posto in Europa per digitalizzazione, le cose devono cambiare” ha fatto notare Benedetti. “La nostra azienda, attraverso la propria Academy, sta producendo un enorme sforzo per la formazione professionale in materia digitale, proprio in collaborazione con Microsoft. Siamo estremamente orgogliosi di essere stati citati nell’ambito del progetto Ambizione Italia, da un palcoscenico così importante come quello della Bocconi. Attraverso i nostri corsi di formazione siamo in grado di rispondere, anche se solo in parte, alla necessità di nuove professionalità legate al mondo della tecnologia”.

“beanTech, inoltre” ha concluso l’imprenditore “funge da cinghia di trasmissione tra i grandi player, con core business nell’IT, ed il mondo delle imprese che fanno parte di quello che abbiamo voluto definire Advanced Manufacturing Valley. Nel caso specifico, in relazione al Nordest Italia, dove operiamo per digitalizzare i processi produttivi delle aziende manifatturiere. Credo che dovremo e potremo fare di più per creare maggiore consapevolezza circa il potenziale ancora inespresso delle tecnologie digitali, e di qualsivoglia loro applicazione”.