Cisco aiuta i team IT a comprendere meglio il comportamento della rete e a prevedere i problemi grazie a nuove funzionalità di intelligenza artificiale e di apprendimento automatico.

Le nuove funzionalità garantiscono ai team IT:

  • Più Visibilità: Cisco raccoglie continuamente i dati rilevanti dalle reti locali e li correla con il set di dati aggregati de-identificati per creare una rete di base altamente personalizzata. Questa rete di base apprende e si adatta costantemente man mano che il numero di dispositivi, utenti e applicazioni evolve e man mano che gli ambienti cambiano.
  • Maggiori Insights: La complessità della rete è cresciuta oltre la scala umana dell’elaborazione. Cisco utilizza il machine learning per correlare l’immensa quantità di dati provenienti dalla rete rispetto alla rete di base customizzata per scoprire quali saranno i problemi che avranno il maggiore impatto sulla rete. Questo comportamento prevede il grado di pertinenza dei problemi, allertando l’IT per quelli che avranno un impatto maggiore. Scopre anche le tendenze e i modelli, in modo che si possa identificare preventivamente i problemi, ancora prima che diventino, appunto, un problema.
  • Azioni Guidate: Cisco utilizza algoritmi di ragionamento delle macchine e flussi di lavoro automatizzati per eseguire le fasi logiche di risoluzione dei problemi che un tecnico dovrebbe eseguire per risolvere un problema. Questo aiuta l’IT a rilevare problemi e vulnerabilità.

“L’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico possono consentire alle aziende di discernere in modo efficiente quali sono i problemi da considerare prioritari, diventando più agili e proattivi”, spiega Scott Harrell, Senior Vice President e General Manager di Cisco Enterprise Networking Business. “Questo avrà un profondo effetto sulle operazioni di rete e sui team IT che le gestiscono”.