Il Gruppo Cama ha dichiarato ottimi risultati e altrettanto ambiziosi obiettivi per il 2020. L’azienda prevede infatti di chiudere brillantemente il 2019, con un fatturato di 90 milioni, a fronte di un forte investimento in risorse umane (+30% rispetto al biennio 2017/2018) e di un nuovo assetto organizzativo, fortemente improntato all’evoluzione della cultura aziendale, con il passaggio dal concetto di “dipendente” a quello di “stakeholder”, propedeutici all’aumento di fatturato previsto dal business plan Cama.

«Puntiamo ai 100 milioni di fatturato nel 2020», dichiara Annalisa Bellante, Ceo and HR Manager di Cama (in foto, insieme al fratello Daniele Bellante). «E per raggiungere questo ambizioso obiettivo, abbiamo già da tempo implementato un importante business plan aziendale».

Tra i progetti, anche quello del trasferimento dall’attuale sede di Garbagnate Monastero (CO) alla nuova sede di Molteno (CO), una struttura da 35.000 mq, dei quali 25.000 adibiti ad area produttiva e a uffici.

Cama cresce con Industria 4.0

Sono diversi i fattori che stanno contribuendo a questo importante momento di crescita di Cama Group. Ne mette in evidenza alcuni proprio Annalisa Bellante. Il primo riguarda gli investimenti in Risorse di Qualità guidate e orientate agli obiettivi aziendali.

Un secondo elemento è relativo all’innovazione tecnica, frutto di costanti investimenti in R&D (oltre il 5% del fatturato annuo), orientati in particolare a Industria 4.0, con la virtualizzazione dei processi, dall’engineering al commissioning delle macchine, ma anche alle soluzioni tecnologiche, con la nuova gamma d’incassatrici wrap-around ultracompatte, e a ulteriori novità nella robotica.

Infine, un terzo elemento coincide con l’evoluzione dell’organizzazione commerciale, nel senso di una specializzazione per settori industriali verticali, con risorse dedicate e con la creazione delle nuove due divisioni DAIRY e PHHC (Personal, Heath and Home Care), che si affiancano alle storiche Confectionery & Bakery, Coffee, Petfood e Ice cream.

Cama, specialisti di packaging secondario dal 1981

«Cama Group, sin dal 1981, è attiva a livello mondiale nella progettazione e nella produzione di sistemi e linee d’imballaggio secondario e robotica ad alta tecnologia», aggiunge Bellante.

«Realizziamo linee complete integrate di confezionamento, partendo dal ricevimento di prodotti primari nel settore Food (Bakery, Confectionery, Coffee, Ice Cream, Dairy, Ready Meals, Grocery), Non Food (Personal, Health & Home Care) e Pet Food, sino al loro imballo prima della palletizzazione».

Interpack 2020 sarà per Cama l’appuntamento ideale per presentare tutte le novità e le più recenti evoluzioni in ottica 4.0.