Il Gruppo Zignago passa a SAP HANA e lo fa con Personal Data. Protagoniste le soluzioni All Flash Storage e MetroCluster di NetApp.

La Zignago Holding è costituita da un portafoglio di aziende che operano in vari settori industriali: dai contenitori in vetro cavo ai beni immobili, dalla produzione di vini alla sanificazione e disinfestazione ecologica, fino alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili.

La capogruppo Zignago Holding ha sede a Fossalta di Portogruaro fornisce servizi e coordinamento in ambito finanziario, amministrativo, legale, fiscale, informatico e risorse umane per le società controllate che occupano oltre 2.500 dipendenti.

Uno per tutti

In occasione del passaggio all’architettura SAP HANA Tailored Data Center Integration (TDI), l’esigenza principale del Gruppo Zignago era quella di avere un unico sistema in grado di gestire i branch office sparsi in Europa e Stati Uniti.

Personal Data che collabora con la società da diversi anni, ha proposto una soluzione in MetroCluster per la Business Continuity – con macchine virtualizzate VMware – come quella già presente ma dimensionata e più performante. Il precedente FAS3220 è stato riconfigurato come sistema ad alta disponibilità di tipo Full Flash AFF A300, a 4 nodi, connettività su 10 Gb Ethernet, passando da dischi SAS a SATA e SSD, che ha permesso la creazione di una soluzione centralizzata per il Disaster Recovery basato su SnapMirror/SnapVault, localizzato nel CED di Fossalta di Portogruaro che utilizza sistemi FAS entry level per le cinque filiali dislocate del gruppo, per l’erogazione dei servizi CIFS e infrastruttura VMware.

“Dopo aver valutato con Personal Data quale fosse il sistema migliore per gestire gli ambienti SAP HANA, abbiamo optato sempre per una soluzione in MetroCluster di NetApp ma con caratteristiche e dimensionamento adeguati alle nuove esigenze”, afferma Paolo Moretti, Responsabile dei Sistemi Informativi del Gruppo Zignago. “È stata implementata anche una coppia di ClusterLion per ridurre ulteriormente i tempi di RTO e RPO (si parla di valori pari a 0): in questo modo il sistema ‘riconosce’ automaticamente qual è il sito con problemi e lo esclude. Una volta risolto, questo verrà riacceso e in modo automatico sarà effettuato l’allineamento dei dati, ottenendo un significativo aumento del livello di affidabilità.”

Prestazioni di alto profilo

Grazie all’adozione di un sistema All Flash con SSD – AFF A300 – il Gruppo Zignago ha ottenuto prestazioni molto più elevate, con un incremento I/O del 70-80%. Si parla quindi di performance di alto profilo certificate e mantenute nel tempo (10.000 operazioni con latenza di 0,5 millisecondi). Inoltre, a fronte di una maggiore capacità si è ottenuto un risparmio spazio/disco del 50%.