MIT, Chiang Mai University e Montanuniversität di Leoben: sono solo tre degli otto partner che il Prof. Dominik Matt della Libera Università di Bolzano è riuscito a coinvolgere in SME 4.0, un progetto europeo per il miglioramento dei cicli produttivi nell’Industria 4.0. Nei prossimi quattro anni, il consorzio universitario, la cui capofila è la stessa Libera Università di Bolzano, riceverà dal programma Horizon 2020 un finanziamento di 783.000 euro. Nello specifico, il team del prof. Matt potrà contare su 311.500 euro.
“La nostra ricerca vuole aiutare le PMI ad innovare sull’onda dell’Industria 4.0”, spiega Dominik Matt, “specialmente per quanto riguarda l’ottimizzazione della catena del valore, che si riflette sulla competitività delle aziende”. Matt insegna Gestione orientata all’innovazione nell’impresa industriale e Sistemi di produzione e logistica industriale alla Facoltà di Scienze e Tecnologie. Assieme a otto partner – università e istituti di ricerca statunitensi, asiatici ed europei – il docente è riuscito ad ottenere il finanziamento del programma europeo Horizon 2020 per il progetto quadriennale sull’Industria 4.0 (smart manufacturing e logistica) intitolato Industry 4.0 for SMEs (Industria 4.0 per le PMI).
L’obiettivo del progetto del consorzio coordinato è la creazione di un network di ricerca internazionale e interdisciplinare che lavori su tre fronti: il primo, quello dell’identificazione dei bisogni e degli elementi in grado di facilitare il passaggio delle imprese verso modalità produttive intelligenti; in secondo luogo, lo sviluppo di nuove soluzioni di design e concetti di produzione e sistemi logistici nelle PMI e, infine, l’elaborazione di modelli organizzativi e di business adatti al mutato panorama della produzione.
“Le piccole e medie imprese mirano a produrre in maniera economicamente sostenibile anche lotti di piccole dimensioni, come nella classica produzione in serie e di massa, senza però perdere la capacità di soddisfare le richieste sempre più forti di individualizzazione dei prodotti da parte dei clienti”, aggiunge Matt.
Sulla tematica dell’Industria 4.0, la Libera Università di Bolzano sta cercando di creare un Centro di competenza assieme ad altri otto atenei del Nord Est.