Il nuovo studio internazionale The Internet of Things: Today and Tomorrow, pubblicato da Aruba, società Hewlett Packard Enterprise, rivela che l’IoT sarà presto diffuso su ampia scala poiché l’85% delle aziende a livello globale e il 92% in Italia intende implementarlo entro il 2019 per esigenze di innovazione e di efficienza del business. Per quanto l’analisi confermi i chiari vantaggi di business che derivano dagli investimenti IoT, il report di Aruba avverte anche che la connessione di migliaia di dispositivi alle reti business esistenti ha già provocato violazioni di sicurezza nella maggior parte delle aziende.
La ricerca ha intervistato 3.100 decision maker sia IT sia business di 20 Paesi per valutare la situazione attuale dell’IoT e il suo impatto sui diversi settori. Lo studio mostra che, sebbene praticamente tutti i business leader (98% nel mondo, 99% in Italia) dichiarino di comprendere cosa sia l’IoT, molti di essi siano incerti sull’esatta definizione di IoT e del relativo significato per il proprio attività.

Vantaggi e sfide
Più di sei intervistati su dieci (62%) nel comparto industriale hanno già implementato l’IoT. L’impiego dell’IoT per monitorare e mantenere funzioni industriali essenziali è stato identificato come il caso di utilizzo dal più forte impatto nel settore. L’adozione di telecamere di sorveglianza IP per la sicurezza fisica delle realtà industriali sta ancora muovendo i primi passi essendo stata implementata solo dal 6%. Tuttavia, alla domanda relativa alle implementazioni future, il tema della sorveglianza è cresciuto di cinque volte arrivando al 32%.
All’interno del settore, l’83% riporta un aumento dell’efficienza di business e un altro 80% ha ottenuto una visibilità superiore attraverso la propria organizzazione.
A fianco di questi risultati positivi lo studio ha mostrato anche una serie di ostacoli che i responsabili IT ritengono impediscano all’IoT di generare un impatto positivo sul business. Soprattutto, in molti deployment IoT sono state rilevate falle di sicurezza. Lo studio ha scoperto che l’84% delle aziende mondiali e l’81% in Italia hanno sperimentato una violazione di sicurezza relativa all’IoT.