iLEVATOR, una nuova Innovation Activity lanciata dalla linea di azione sulla Digital Industry di EIT Digital, ha l’obiettivo di sviluppare una piattaforma modulare e plug-and-play per la logistica che integrerà al suo interno robot fissi e mobili. Allo stesso tempo, assicurerà che gli operatori umani continuino a ricoprire un ruolo centrale in attività ad alto valore aggiunto, e garantirà che la collaborazione fra uomo e robot si svolga in maniera efficiente e sicura.

Apripista dell’iniziativa è Comau. Assieme a un team compost da diversi partner – Centro Ricerche Fiat, Fondazione Bruno Kessler, Fraunhofer-IML, l’Università di Edimburgo, Reply e Fortiss – Comau metterà a punto una soluzione pensata per quei settori in cui c’è bisogno di maneggiare componenti e che potrebbero trarre vantaggio dal fatto che i robot si occupino di compiti privi di valore aggiunto, come la raccolta e lo spostamento dei container vuoti dai magazzini alla linea di produzione e viceversa.

La logistica che verrà

“La fabbrica del futuro viene vista spesso come fortemente automatizzata, con molti compiti svolti interamente dai robot. La realtà, tuttavia, sarà probabilmente molto più complessa e ricca di sfumature,” spiega il responsabile dello sviluppo del prodotto di Comau, Simone Belardinelli. “Nella logistica ci sono molte attività che non sono caratterizzate da un alto valore aggiunto. Perciò, gli studi ergonomici possono portare alla creazione di soluzioni che non sono pensate per rimpiazzare gli addetti umani, ma per aumentare l’efficacia del loro lavoro”.

La nuova Attività prosegue ed amplia quanto prodotto da un’iniziativa precedente, chiamata iLAADR, anch’essa sostenuta da EIT Digital. iLAADR era anch’essa pensata per ottimizzare il processo di preparazione e consegna di materiale, organizzato in kit, alle linee di produzione delle fabbriche. Tuttavia, iLEVATOR aggiungerà a questa funzionalità alcuni compiti specifici, come la sostituzione e il riempimento dei contenitori vuoti.

La soluzione di iLEVATOR verrà implementata inizialmente nelle fabbriche di FCA, ma Comau ne favorirà l’introduzione in altri settori, oltre a quello automotive. Le industrie manifatturiere, gli ospedali, i grossisti e le case farmaceutiche, in particolare, potranno ottimizzare, adottandola, i loro processi logistici interni.