Un progetto che aiuterà le piccole e medie imprese sarde a diventare più competitive attraverso una digitalizzazione trasversale.

Anche la Sardegna ha il suo Digital Innovation Hub, grazie al finanziamento di 200mila euro stanziato dalla Regione.

Il progetto è frutto dalla collaborazione tra le Università di Cagliari e Sassari, UnionCamere, Confindustria Sardegna, Confindustria digitale e Sardegna Ricerche.

Molteplici i settori coinvolti: agricoltura, turismo, artigianato e beni culturali i più tradizionali che, digitalizzandosi e proiettandosi nel mondo dell’Industria 4.0, si ricollocheranno sul mercato internazionale in modo più strategico.

Un progetto aperto a tutti

“Abbiamo costituito questo Hub per diffondere il digitale in tutte le attività produttive,” ha detto l’assessore della Programmazione Raffaele Paci. “Sarà un luogo di coordinamento dove ciascuna delle istituzioni che partecipano darà il suo contributo sul digitale, dove si incontrano le imprese e si fa sinergia fra i diversi fondi.”

Il DIH, localizzato nell’Ex Manifattura Tabacchi di Cagliari, avrà l’obiettivo di informare le imprese sulle opportunità offerte dal piano nazionale Industria 4.0 e sui trend tecnologici, offrendo allo stesso tempo consulenza strategica per la definizione di progetti e programmi di innovazione e per l’accesso ai finanziamenti.