Dal settore retail a quello finanziario, dal comparto pubblico a quello privato, molte organizzazioni aziendali stanno vivendo una fase di profonda trasformazione delle modalità di interazione con i consumatori dovuta all’avvento delle tecnologie digitali.

Sull’onda della trasformazione digitale, il cliente iperconnesso è diventato l’indiscusso protagonista dei mercati.

Le tecnologie protagoniste

Le tecnologie “phygital” – per la convergenza appunto tra mondo fisico e digitale – giocano un ruolo fondamentale ai fini di una customer experience personalizzata e di qualità.

Reti wireless, Cloud, Internet of Things, bots, intelligenza artificiale, realtà aumentata e virtuale offrono nuovi modelli d’interazione, semplicità d’uso e migliore esperienza d’acquisto ai consumatori.

Al tempo stesso, garantiscono più efficienza ed efficacia alle aziende, con la possibilità di implementare attività avanzate di proximity marketing e customer analysis.

I numeri di IDC

Un’indagine di IDC condotta su oltre 7.000 consumatori europei evidenzia che il 21% utilizza il proprio device mobile per effettuare un acquisto mentre è dentro un negozio, che il 36% consulta per informazioni il proprio device prima di completare l’acquisto in negozio, e che il 30% verifica la disponibilità del prodotto presso un altro punto vendita.

Offrire una migliore esperienza d’uso in-store a questi consumatori significa trasformare un potenziale acquirente in un cliente.

Non è un caso che in Italia, secondo IDC, il 65% delle grandi aziende considera la capacità di offrire servizi di qualità e una customer experience superiore una priorità degli investimenti di trasformazione digitale.