Una fabbrica diffusa per lo sviluppo della tecnologia di stampa 3D dei metalli: è questo l’obiettivo del progetto Metal AdditivE for LOmbardy (MADE4LO).

L’iniziativa avrà principio il prossimo autunno sotto la guida di Tenova, specializzata nello sviluppo di soluzioni per l’industria metallurgica e mineraria.

Il progetto, finanziato in parte con un contributo di Regione Lombardia, avrà una durata di 30 mesi per un investimento di 6,6 milioni di euro.

Sono undici i partner lombardi coinvolti: due università (Politecnico di Milano e Università di Pavia), tre grandi società (Tenova, BLM e GF Machining Solutions) e sei piccole e medie imprese (TTM Laser, 3D-NT, GFM, Fubri, Co. Stamp e Officine Meccaniche G. Lafranconi).

Tutte le divisioni di Tenova saranno impegnate nell’implementazione del progetto MADE4LO e nell’ottimizzazione della lavorazione delle polveri metalliche, così come nell’individuazione, nella progettazione e nel test dei componenti metallici da realizzare con stampa 3D.

In programma anche la realizzazione di un forno per il trattamento termico che sarà installato presso l’officina Pomini di Castellanza, all’interno del Campus Tenova.