Mimaki lancia sul mercato LED UV 3DUJ-553, stampante 3D a inchiostro in grado di realizzare insegne, prototipi, componenti, oggetti moda e design e altre applicazioni 3D con colori realistici, in oltre 10 milioni di combinazioni, eliminando la necessità di lunghe verniciature manuali.

Mimaki entra nel mondo della stampa 3D con il sistema LED UV 3DUJ-553

“Il mercato della stampa 3D sta registrando una crescita costante e Mimaki risponde con una soluzione veramente esclusiva”, spiega Ronald van den Broek, General Manager Sales di Mimaki Europe. “Le tecnologie finora esistenti per la creazione di oggetti stampati in 3D presentano due problematiche principali. La prima è legata alla capacità di ottenere colori di qualità fotografica, richiedendo spesso una successiva verniciatura, operazione di per sé lunga e onerosa. Il secondo fattore di debolezza è la necessità di rimuovere i dispositivi di fissaggio prima di poter utilizzare il prodotto. Un’operazione che, oltre a richiedere tempo, implica il rischio di danneggiare l’oggetto.”

Con Mimaki 3DUJ-553 questi due limiti vengono superati, poiché la macchina è in grado di stampare colori di qualità fotografica con oltre 10 milioni di combinazioni diverse.

Inoltre, il materiale di supporto è idrosolubile e può essere quindi facilmente eliminato con acqua senza danneggiare l’oggetto. Ciò consente un processo produttivo, economicamente efficiente, volto alla realizzazione di straordinari prodotti stampati in 3D, anche con finiture elaborate.

3DUJ-553 è la prima stampante 3D al mondo ad avvalersi dei profili colore

“Riteniamo che questa nuovissima soluzione di stampa 3D verrà accolta con entusiasmo dai professionisti di diversi settori, da quello della produzione di insegne e grafica a quello dell’istruzione, sanitario, manifatturiero, architettura, moda, edilizio e altri ancora”, conclude van den Broek.

Da oltre 21 anni l’importatore esclusivo per l’Italia di Mimaki è Bompan Srl, con sede a Tradate, in provincia di Varese.