La smart manufacturing richiede l’impiego di tecnologie nuove e dirompenti come l’intelligenza artificiale per creare gli impianti industriali e le reti di fornitura del futuro flessibili, efficienti, reattivi e sicuri. Non solo, l’AI può anche aiutare le aziende di produzione a rendere disponibili i dati, contestualizzarli e a prendere delle decisioni.

Lo sa bene Rockwell Automation che ha deciso di investire in The Hive, un fondo di innovazione e studio di co-creazione della Silicon Valley, che le permetterà di accedere a un ecosistema di innovatori e di start up tecnologiche specializzate in applicazioni di intelligenza artificiale per l’automazione industriale.

Tra gli obiettivi di Rockwell Automation figura la co-creazione finalizzata alla risoluzione dei problemi dei clienti, all’accelerazione dell’innovazione e all’identificazione di tecnologie emergenti che possano aiutare le aziende di produzione a migliorare le proprie performance di business riducendo le distanze tra i sistemi informativi a livello di produzione e quelli gestionali.

L’investimento in The Hive permetterà insomma a Rockwell Automation di avere una visione anticipata delle tecnologie AI sviluppate dalle aziende incentivate dal team tecnologico di The Hive. Tra queste, le applicazioni di AI al servizio della cognitive enterprise, dell’edge intelligence, della sicurezza e delle smart machine.