Saranno disponibili da marzo tre nuovi polimeri per l’Additive Manufacturing realizzati da ALM, una consociata interamente controllata del gruppo EOS.

La prima novità sarà ALM HP 11-30, un materiale in poliammide 11 rinforzato con fibre di carbonio. Il materiale è particolarmente adatto per i componenti soggetti a usura meccanica che richiedono un livello minimo di tenacità. ALM HP 11-30 è, quindi, di particolare interesse per le applicazioni dell’industria automobilistica, in particolare nel settore motorsport.

La seconda novità sarà ALM FR-106, un materiale in poliammide 11 ignifugo. ALM FR-106 amplia la gamma di applicazioni per i materiali AM basati su polveri. Il materiale è particolarmente adatto per l’utilizzo nel settore aerospaziale e soddisfa anche i rigorosi standard FAR 25.853 per l’aviazione. Le sue proprietà lo rendono un materiale interessante anche per molte altre applicazioni, come alloggiamenti o contenitori e dispositivi di fissaggio resistenti all’usura.

Infine, ALM PA 640-GSL è un materiale in poliammide 12 riempito con microsfere di vetro leggere, dal peso notevolmente ridotto (densità dei componenti: 0,82 g/cm³). Con il suo riempimento in microsfere e fibre di carbonio, ALM PA 640-GSL è particolarmente adatto per il settore aerospaziale, navale, sportivo, del modellismo e motorsport. La maggiore stabilità termica del materiale lo rende adatto anche per applicazioni in cui i componenti sono esposti a temperature elevate.

“I materiali ALM, come quelli EOS, sono sottoposti ad approfonditi test di qualità per soddisfare i più elevati requisiti dei clienti, soprattutto nei settori altamente regolamentati,” ha sottolineato Giancarlo Scianatico, Regional Manager per l’Italia di EOS. “A febbraio 2018 ALM ha ricevuto formalmente, infatti, la certificazione ISO 9001:2015.”