Air Liquide ha siglato un contratto pluriennale con la start up italiana Numanova, specializzata nella produzione di polveri metalliche utilizzate come materia prima nella fabbricazione additiva.

Con questo contratto, Air Liquide fornirà fino a 6 milioni di Nm3 all’anno di Argon di elevata purezza, in forma liquida per rigassificazione, al nuovo sito di produzione di Numanova a Nera Montoro, frazione del comune di Narni, in provincia di Terni.

Nella metallurgia delle polveri, l’Argon viene utilizzato come gas inerte di processo per la produzione e la lavorazione delle polveri metalliche di altissima qualità e, successivamente, nella fabbricazione additiva nelle stampanti 3D, per proteggere le polveri dalla riossidazione e garantire la miglior qualità interna ed esterna dei pezzi stampati.

Numanova si avvale di una tecnologia di gas-atomizzazione per la produzione di polveri metalliche, basata a regime su due impianti con produttività installata fino a 800t/anno. Il processo consiste nella polverizzazione in finissime goccioline di un flusso controllato di metallo fuso, grazie ad un getto di Argon ad alta pressione. Solidificandosi, le goccioline formano una polvere micrometrica altamente sferica.

A partire da queste leghe in polvere, dopo un attento e rigoroso processo di vagliatura, certificazione e qualifica del proprio prodotto, Numanova è in grado di fornire al mercato una vasta gamma di polveri metalliche per la fabbricazione additiva di parti con geometrie complesse dotate di nuove funzionalità, ad esempio, per la fabbricazione di protesi nel settore biomedicale, di componenti turbina nel settore aeronautico ed energetico, nell’industria del lusso.