Ansys ha avviato una collaborazione con Microsoft nata sotto il segno dei gemelli digitali. Di fatto ANSYS Twin Builder amplierà Microsoft Azure Digital Twins. Le aziende clienti di Microsoft potranno così prevedere in modo più accurato le performance future di un asset e ridurre i costi legati a downtime non programmati: in questo modo gli utenti potranno abbassare notevolmente i costi di manutenzione dei prodotti e proporre più rapidamente prodotti di alta qualità al mercato.

Grazie all’integrazione e all’uso dello standard DTDL (digital twin definition language), ANSYS e Microsoft rendono più semplice l’adozione e l’implementazione dei gemelli digitali da parte degli utenti.

“Le industrie necessitano di dati sul campo e informazioni di sintesi per continuare a ottimizzare le performance degli asset installati e pertanto i partner dell’ecosistema devono collaborare per creare soluzioni di business”, dice Eric Bantegnie, general manager di ANSYS. “Il flusso di dati delle simulazioni di ANSYS Twin Builder permette di estendere i servizi IoT di Microsoft Azure e migliorare notevolmente la conoscenza delle performance degli asset da parte dei loro clienti”.

Sam George, Corporate Vice President di Azure IoT in Microsoft, aggiunge: “Molti clienti Microsoft Azure adottano l’IoT e i gemelli digitali per comprendere in tempo reale i comportamenti dei propri asset, e molti sono ora alla ricerca di tool analitici che li aiutino a ricavare informazioni migliori. La collaborazione con ANSYS per l’estensione di Azure Digital Twins fornisce ai nostri clienti una comprensione dettagliata delle performance degli asset installati sfruttando la fisica e le analitiche ricavate dalle simulazioni”.