Telma, player globale nei sistemi di frenatura senza attrito, ha ridotto in modo significativo il time to market e ottimizzato i costi di sviluppo utilizzando Ansys per tre nuove serie di rallentatori, sistemi di frenatura basati sull’induzione magnetica.

Grazie ad Ansys, Telma nell’arco di un decennio ha ridotto da 10 a 1 il numero di prototipi fisici necessari per la validazione, il che si traduce in uno sviluppo più rapido dei rallentatori, che permettono di ridurre fino al 90% le emissioni di particolato tipiche dei sistemi frenanti tradizionali, con un taglio significativo dei costi di manutenzione.

I rallentatori sono usati sui veicoli pesanti, nelle applicazioni minerarie, nelle turbine a vento e negli ascensori per dissipare la maggior parte delle grandi quantità di calore generale durante la decelerazione. Ciò comporta il test e la validazione dei rallentatori in condizioni estreme per garantire la funzionalità e la sicurezza dell’applicazione.

Cosa cambia per gli ingegneri

Con Ansys gli ingegneri Telma hanno sostituito le lunghe e costose fasi di prototipazione fisica e di test con la simulazione, potendo così gestire al meglio i fenomeni elettromagnetici, fluidi e meccanico strutturali. Grazie all’impiego delle soluzioni di simulazione multifisica ad alta fedeltà di Ansys per modellare, simulare e validare i prototipi virtuali, Telma ha potuto ridurre in modo significativo i costi e diminuire il time to market.

“Con le soluzioni di simulazione Ansys abbiamo il controllo completo su tutte le tre fisiche e possiamo validare i nostri modelli in una sola iterazione”, dice Nicolas Quennet, direttore ricerca e sviluppo di Telma. “I nostri ingegneri possono agevolmente duplicare i modelli per simulare l’intero o parti del prodotto, favorendo l’innovazione”.

“I prodotti Telma sono importanti, non solo contribuiscono alla sicurezza dei veicoli, ma anche al loro positivo impatto sull’ambiente”, dice Chris Wolfe, lead product manager of systems coupling and data analytics di Ansys. “Il team di progettisti Telma deve affrontare complessi problemi di ingegneria multifisica e le nostre soluzioni si sono rivelate perfette per superare gli ostacoli. E’ gratificante vedere che il nostro software e la nostra consulenza hanno un impatto così positivo sullo sviluppo dei prodotti e l’ottimizzazione delle risorse”.