TIM si ritaglia un ruolo da protagonista nel 5G e nello sviluppo delle reti e dei servizi di nuova generazione realizzando per prima in Europa la connessione in grado di superare stabilmente la velocità di 2 Gigabit al secondo su rete live commerciale 5G con frequenze millimetriche (mmWave) a 26 GigaHertz (GHz) acquisite nella gara MiSE 5G.

Il primato è stato conseguito da TIM in collaborazione con Ericsson e Qualcomm Technologies, società controllata di Qualcomm Incorporated, e va ad aggiungersi ai successi sulle onde millimetriche già conseguiti nel 2017 a Torino con la prima connessione 5G in Italia e nel 2018 a Roma con la prima videochiamata 5G in Europa. Il record di velocità è stato raggiunto grazie ad un terminale (CPE) di Askey RTL0200 che supporta il Modem-RF System 5G di Qualcomm Snapdragon X50.

“Il risultato ottenuto ci permette di aprire la strada allo sviluppo di nuove soluzioni 5G sia per garantire l’ultrabroadband fisso a famiglie, imprese e pubbliche amministrazioni non ancora raggiunte da questo servizio, sia per coperture dedicate allo sviluppo dei servizi verticali di robotica e automazione in ambito smart manufactoring”, ha commentato Michele Gamberini, Chief Technology and Information Officer di TIM. “Tutti i nostri clienti saranno in grado quindi di fruire di una vasta gamma di soluzioni integrate che consentiranno loro di entrare appieno nella Digital Society”.

Con questo primato TIM avvia l’utilizzo della banda di frequenza a 26 GHz, su cui dispone di 200 MHz, mentre la banda di frequenza 700 MHz (10 MHz in uplink e 10 MHz in downlink) sarà disponibile dal 1° luglio 2022.