Per aiutare i clienti a migrare facilmente i loro database Oracle al cloud e semplificare la gestione degli ambienti cloud ibridi, Oracle ha introdotto importanti aggiornamenti alla sua piattaforma di gestione enterprise Oracle Enterprise Manager. La nuova versione include funzionalità che automatizzano la migrazione dei database e mette a disposizione del cliente una dashboard unificata che migliora visibilità, controllo e gestione degli ambienti IT ibridi.

La piattaforma ora consente di accelerare e semplificare la transizione al cloud con maggiore flessibilità e facilità. Molte grandi aziende devono trasferire un gran numero di database in cloud e hanno bisogno di molto tempo a disposizione per farlo: è fondamentale quindi disporre di una soluzione di migrazione che non le metta sotto pressione in termini di tempi o costi, come avviene tipicamente con le soluzioni più rigide offerte da altri vendor.

“Quando scelgono di migrare al cloud, le aziende devono affrontare attività complesse, che richiedono tempo, e da effettuare manualmente con un alto rischio di errore” spiega Wim Coekaerts, senior vice president, Software Development, Oracle. ”Solo Oracle offre servizi Autonomous Cloud e gli strumenti e servizi di migrazione che aiutano i clienti ad adottarli. Oracle Enterprise Manager elimina la complessità, consentendo di effettuare una migrazione guidata e altamente automatizzata, ed offre un “cruscotto di controllo” unificato per gestire facilmente gli ambienti cloud ibridi”.

“Le ricerche IDC mostrano che oltre il 90% delle più grandi aziende si affidano a un mix di IT on-premise, ambienti cloud privati dedicati e servizi cloud pubblici – e cercano un modo efficiente per usare, monitorare, gestire ciò che fanno in questo contesto ibrido” commenta Mary Johnston Turner, IDC Research vice president for Cloud Management. “I leader nell’enterprise cloud management ci dicono che la capacità di analisi è la principale priorità, perché la scala e la complessità dell’operatività ibrida e del multi-cloud richiedono robuste funzionalità di automazione, basate sulla disponibilità di dati molto approfonditi che permettano di controllare le performance e di creare ottimizzazione”.