Se l’obiettivo condiviso è l’ottimizzazione dei processi industriali in chiave 4.0, l’implementazione di sistemi versatili per finiture come la stampa all’interno della filiera porta con sé numerosi vantaggi.

L’in-house manufacturing, infatti, permette di velocizzare la produzione, custodisce il segreto industriale, rende l’engineering più versatile.

Sono tantissimi gli ambiti produttivi in cui è richiesta la stampa del prodotto, di alcune parti di esso o del packaging.

E la tendenza oggi è quella di installare stampanti digitali che permettono di lavorare piccole e medie tirature con numerosi plus: economicità rispetto alla serigrafia, velocità di esecuzione, possibilità di lavorare anche il singolo pezzo.

Questi sistemi vengono impiegati nei reparti R&D per la realizzazione di prove, campionature e mock-up, ma anche nei processi produttivi veri e propri dove i quantitativi spesso sono ridotti perché studiati per rispondere alla richiesta di prodotti sempre più personalizzati e in limited edition.

Ma cosa si può stampare con il digitale?

“Le tecnologie che offriamo e che esponiamo a Mecspe sono studiate per applicazioni specifiche e rispondono a esigenze che spaziano dalla stampa diretta del piccolo oggetto fino alla stampa in grande formato di supporti flessibili ma anche rigidi come legno, alluminio e plexiglass”, commenta il management del Gruppo Colorcopy che sarà presente per la prima volta con un’area espositiva a Mecspe 2020.

Prossimo al 30esimo anniversario, il Gruppo Colorcopy rappresenta una solida realtà con un’esclusiva esperienza nel mondo della stampa digitale.

Attivo sul mercato nazionale, offre una gamma completa di soluzioni hardware e software per il digital printing, rappresentando selezionati brand quali Roland, Xerox, Agfa e, da due anni, Liyu, astro nascente della stampa industriale di grande formato.

Le soluzioni per il mondo manifatturiero

Da tempo il Gruppo Colorcopy ha risposto alle esigenze di industrie attive nei più variegati settori del manifatturiero.

“La nostra esperienza e l’approfondita conoscenza delle diverse tecnologie di stampa ci permettono di guidare le aziende nella scelta del sistema più idoneo alle singole esigenze. È sufficiente che il cliente ci illustri le sue necessità; i nostri tecnici sapranno accompagnarlo nell’implementazione del sistema più adatto, che potrà essere upgradato o sostituito con il crescere dei volumi”, aggiunge il management del Gruppo.

L’appuntamento allo stand

Allo stand Colorcopy a Mecspe un’ampia gallery di materiali stampati ed esempi applicativi ma soprattutto, in rappresentanza dell’ampio catalogo, tre stampanti che saranno in funzione per tutta la durata della manifestazione.

Si parte dalla stampante UV flatbed Roland LEF 300 (qui sotto) ideale per oggettistica di piccole dimensioni fino a 10 cm di spessore.

Sempre targato Roland, il sistema stampa & taglio LEC2-300 (qui sotto), che consente produzioni automatizzate di elevati volumi senza il presidio dell’operatore. Dotato di lampade a LED, è ideale per la produzione di etichette personalizzate, prototipi di imballaggio e tastiere a membrana molto richieste in ambito industriale.

Ammiraglia per i grandi formati, la flatbed Liyu KC-UV (foto in apertura) capace di stampare senza l’utilizzo del primer su materiali rigidi quali legno, alluminio, vetro. Con tecnologia Made in Europe ed elettronica proprietaria, questa stampante in piano è certificata per l’Industria 4.0.