Il Ministero dello Sviluppo economico ha avviato oggi la procedura di selezione di ulteriori progetti di ricerca e sperimentazione riguardanti il Programma di supporto alle tecnologie emergenti.

L’avviso pubblico prevede di destinare 25 milioni di euro per la realizzazione di nuove Case delle Tecnologie, dopo quella avviata a Matera, lo scorso dicembre, con la convenzione firmata dal Ministro Stefano Patuanelli e dal sindaco della città lucana.

Tali progetti potranno essere presentati dalle Amministrazioni comunali oggetto di sperimentazione 5G entro le ore 12 del 1 giugno 2020, con l’obiettivo di creare una rete di Case delle Tecnologie per sostenere il trasferimento tecnologico verso le PMI con l’utilizzo del blockchain, dell’IoT e dell’intelligenza artificiale e la creazione di start-up.

Il MiSE, a partire dal 2019, ha avviato un Programma di supporto alle tecnologie emergenti con l’obiettivo di realizzare progetti di sperimentazione, ricerca applicata e trasferimento tecnologico, basati sull’utilizzo delle tecnologie emergenti collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione 5G.

A tale programma è stato destinato un finanziamento di 40 milioni di euro per le Case delle tecnologie emergenti e di 5 milioni di euro per i progetti di ricerca basati sull’utilizzo delle tecnologie emergenti collegate allo sviluppo delle reti di nuova generazione e selezionati a gennaio 2020.