Nella battaglia per contenere la diffusione del COVID-19, la Cina sta utilizzando robot di pattuglia 5G sviluppati dalla Guangzhou Gosuncn Robot e dotati di tecnologia Advantech per verificare che tutti indossino le mascherine e per misurare la temperatura corporea nei luoghi pubblici.

Dopo lo scoppio dell’epidemia di COVID-19, la società Guangzhou Gosuncn Robot ha potenziato il robot-poliziotto con tecnologia 5G con nuove funzionalità, per affiancare gli agenti impegnati in prima linea nelle operazioni di prevenzione del contagio.

Poiché la misurazione manuale della temperatura corporea espone il personale di pubblica sicurezza a rischi per la salute, i robot sono equipaggiati con cinque telecamere ad alta risoluzione e termometri a infrarossi che consentono di rilevare la temperatura di 10 persone contemporaneamente nel raggio di 5 metri.

Se viene rilevata una temperatura elevata o l’assenza della mascherina, il robot avvisa le autorità competenti.

Tutti i dati possono essere trasmessi a un centro di controllo per attivare risposte e decisioni in tempo reale. I robot sono in grado di muoversi autonomamente ma possono anche essere comandati a distanza, riducendo così la manodopera necessaria per il pattugliamento e prevenendo la trasmissione del contagio. Non è quindi insolito vedere questi robot 5G di nuova generazione aggirarsi per aeroporti e centri commerciali nelle città di Guangzhou, Shanghai, Xi’an e Guiyang.

I robot 5G di Gosuncn integrano tecnologie IoT, IA, cloud computing e Big Data per effettuare rilevamenti ambientali, prendere decisioni in modo dinamico, muoversi autonomamente e gestire interazioni e comportamenti.