Prevenire il rischio di interruzione della catena di approvvigionamento e fornitura e assicurare la massima sicurezza per i lavoratori rappresenta la sfida principale che le aziende si trovano oggi ad affrontare. Ed è proprio a questa criticità che risponde “SafeBox”, l’innovativa soluzione “phygital” per la Supply Chain, progettata e realizzata da ICAM, azienda specializzata nella progettazione di soluzioni intelligenti per lo stoccaggio, la distribuzione e la vendita di materiali e merci

L’emergenza Covid-19 ha modificato profondamente le abitudini di acquisto, BtoB e BtoC, in termini di modalità, tempi, tipologie e quantità di beni acquistati, accelerando la transizione verso il commercio online. In questo contesto, la digitalizzazione e l’automatizzazione dei processi per garantire approvvigionamenti tempestivi, sicuri e accurati, assume un’importanza fondamentale. 

Al fine di scongiurare il rischio di eventuali rotture di stock e inevitabili rallentamenti e / o fermi di produzione nonché eventuali contagi tra operatori, è essenziale dotarsi di tecnologie in grado di supportare la riorganizzazione dei processi produttivi e distributivi in maniera sicura ed efficiente, in linea con le disposizioni e gli standard di sicurezza introdotti dagli ultimi DPCM e con i principi dell’Industry 4.0. 

SafeBox: materiali al sicuro e sempre disponibili, senza contatti tra persone

A questa esigenza risponde “SafeBox”, l’innovativa soluzione “phygital”, fruibile in modalità self-service, H 24/7 progettata e realizzata da Icam, che abilita la supply chain Collaboration digitalizzando e automatizzando i processi di approvvigionamento, stoccaggio, distribuzione e riconsegna di materiali e strumenti di lavoro, ad alta rotazione o di alto valore, anche di grande peso e dimensioni.

Unendo l’intelligenza e la velocità del digitale alla robustezza e sicurezza di un magazzino automatico, SafeBox offre la massima versatilità nella gestione dei materiali, superando i limiti di capienza dei tradizionali distributori automatici. DPI, utensili e attrezzature, dispositivi tecnologici, chiavi, ricambi, componenti e accessori, batterie, strumenti di misura, moduli e schede elettroniche, materiali da ricaricare, riparare, smaltire o rigenerare: questi e molti altri articoli saranno sempre disponibili, 24/7, tutti all’interno della stessa macchina, in pochi metri quadri. 

La sua struttura modulare consente, infatti, di sfruttare tutto lo spazio disponibile, indoor o outdoor, sia in altezza che in pianta. Disponibile anche nella versione in container, SafeBox è all’occorrenza facilmente amovibile e trasportabile in tempi brevi.

Grazie all’integrazione via API con piattaforme di fornitori e corrieri, abilita la gestione dei materiali in modalità “Consignment Stock” o “Vendor Managed Inventory”, garantendo il ripristino automatico, in linea con i fabbisogni aziendali.

La possibilità di installare la macchina all’esterno o di configurare uno o più punti di accesso all’esterno dell’edificio aziendale, consente a tutti gli utenti autorizzati (dipendenti, fornitori, corrieri), di poter depositare o ritirare i materiali in completa autonomia, H 24/7, anche al di fuori degli orari di apertura aziendale.  

Che si tratti di un operatore che deve ritirare o restituire uno strumento di lavoro, un corriere che deve consegnare del materiale o un fornitore che deve ripristinare le scorte, con SafeBox, ciascun utente fa tutto da sé, senza entrare in diretto contatto con altre persone. 

Utilizzabile in modalità stand-alone o in network, SafeBox consente il monitoraggio centralizzato, in real-time, delle informazioni sullo stato e sulle quantità dei materiali e dei DPI disponibili, anche se stoccati in reparti o stabilimenti differenti. In questo modo, è possibile gestire e riallocare lo stock esattamente dove serve, garantendo la sicurezza e la continuità operativa di ciascun reparto / sito. 

I principali benefici di Safebox

SafeBox aiuta le aziende ad armonizzare e rendere più efficienti i processi lungo la catena di approvvigionamento e fornitura, integrando e sincronizzando il flusso fisico dei materiali con quello digitale delle informazioni correlate.

L’automazione e la digitalizzazione dei processi garantiscono rifornimenti tempestivi e una disponibilità dei materiali H24/7, mantenendo il giusto equilibrio tra il livello di scorte richiesto dalle Operations e il livello di capitale da immobilizzare.

La gestione informatizzata consente la tracciabilità e la visibilità end-to-end, in real-time, dello stock disponibile eliminando il rischio di sovra o sotto giacenze; eventuali anomalie nei consumi vengono segnalate tramite l’invio di appositi alert. Ne deriva un notevole incremento dell’efficienza operativa con un risparmio dei consumi e dei costi fino al 50%. 

La struttura blindata, l’accesso mediante autenticazione e il prelievo selettivo, assicurano un controllo totale sui materiali e sul loro utilizzo, impedendo errori di prelievo e/o possibili furti, e proteggendo i materiali da agenti esterni (temperatura, umidità, polvere, luce). 

In più, con SafeBox, è possibile digitalizzare l’avvenuta consegna dei DPI grazie alla registrazione automatica di tutte le operazioni, in linea con quanto richiesto dal D. Lgs. 81/08.